The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Incontro sulla mobilità aquilana del futuro con i ragazzi di Move your City

L’Aquila. Una giornata all’insegna della comunicazione e della partecipazione quella di ieri, all’ Auditorium del Parco, organizzata dall’associazione “Move your City” e dall’ Ufficio della Partecipazione del Comune dell’Aquila nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, con la collaborazione, fra tanti, dell’”Ama” (Azienda Mobilità Aquilana)e dell’”Arpa” (Autolinee Regionali Pubbliche Abruzzesi).Ospite speciale: Paul Timms, docente alla University of Leeds(UK). Obiettivo dell’incontro: immaginare e costruire insieme una nuova concezione della futura “mobilità” nel nostro capoluogo, nella data-simbolo del 2050. La manifestazione ha avuto inizio alle 10:00 di questa mattina con l’apertura di tavoli di lavoro, in cui si sono confrontati studenti, cittadini ed istituzioni. Sempre in mattinata è avvenuta, grazie alla preziosa presenza degli esperti dall’Università di Leeds, la presentazione del progetto internazionale  “Step Change”, che mira ad uno sviluppo urbano sostenibile per le città del domani. I risultati di questo importante incontro sono stati esposti infine nel dibattito del pomeriggio, occasione di ulteriori riflessioni. Molto si è discusso riguardo l’inefficienza delle linee autobus urbane, problema mostrato anche in un video in cui i volontari di “imagesMove your City” hanno intervistato, nelle fermate ed all’interno degli autobus stessi, i cittadini aquilani (ma anche assessori e diversi personaggi politici). A rispondere alla provocazione lo stesso Direttore Generale dell’ Azienda Mobilità Aquilana, Angelo De Angelis, che ha sottolineato la mancanza di risorse dell’azienda e la necessità di rivolgere l’attenzione anche ad altre soluzioni sostenibili di trasporto. Ma il grande obiettivo di “Move your City” è la costituzione, in occasione del Bilancio partecipativo 2014,  di un Tavolo istituzionalizzato permanente, che riunisca cittadini, associazioni, aziende  ed amministrazione in un “discorso di coordinamento della viabilità”. Non solo: dai tavoli di lavoro sono emerse molte idee, come ad esempio giornate ecologiche, open days tra scuole ed Ama, incontri sul territorio,  e la trasformazione di alcune zone dell’aquilano in piste ciclabili. Data la mancanza di risorse, inoltre, tutti sono stati concordi sulla necessità di migliorare e razionalizzare ciò che già c’è, per incentivare  la cittadinanza all’utilizzo dei mezzi pubblici. Particolare attenzione è stata rivolta anche all’utenza universitaria, ad esempio con la possibile creazione di linee apposite e di linee notturne. Ma la stretta collaborazione tra giovani studenti, pensionati, volontari e cittadini di ogni estrazione sociale e la classe dirigente è stata la vera peculiarità di quest’incontro: un’ autentica e profonda espressione di democrazia. Scrive a questo proposito l’assessore comunale Fabio Pelini, in una lettera rivolta ai ragazzi di “Move your City”: “La partecipazione delle cittadine e dei cittadini alla vita sociale e politica della propria comunità è un elemento di fondamentale importanza per ogni società che voglia definirsi democratica, tanto più oggi, in cui la disaffezione per la politica e le istituzioni ha raggiunto un livello preoccupante”. Diego Renzi