The news is by your side.

Influenza, ordini dei medici: giusto estendere la vaccinazione, facilita diagnosi e alleggerisce i pronto soccorso

L’Aquila. La Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo) plaude all’estensione della platea per la raccomandazione alla vaccinazione antinfluenzale. “Condividiamo, come medici, la strategia di combattere la seconda ondata di Covid-19, prevista come probabile in autunno, anche attraverso un’estensione della vaccinazione antinfluenzale. Questo sia ai fini di facilitare una diagnosi differenziale tra Covid-19 e influenza, patologie con sintomatologia analoga, sia di alleggerire i pronto soccorso e gli ospedali, diminuendo la morbilitá dell’influenza e delle sue complicanze”, afferma il presidente Fnomceo, Filippo Anelli.

“Condividiamo la strategia di ampliare la platea dei cittadini che avranno diritto a ricevere gratuitamente la vaccinazione”, spiega Anelli,”estendendola a tutti gli over 60. Apprezziamo la raccomandazione ai bambini sotto i 6 anni, agli operatori sanitari, alle donne in gravidanza, ai ricoverati nelle Rsa, e a tutti i soggetti a rischio”. Inoltre, prosegue, “ci trova assolutamente concordi la previsione di un’informazione capillare e corretta ai cittadini, che metta in campo campagne di comunicazione tagliate sul target da raggiungere, e che vedono il coinvolgimento dei medici di medicina generale, dei pediatri di libera scelta, dei ginecologi e di altri specialisti ambulatoriali”.

“I medici ci sono, e svolgeranno come e più di prima il loro insostituibile ruolo “, conclude Anelli,”con particolare impegno, sia negli ambulatori sia nei centri previsti dai Dipartimenti di prevenzione”.