The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Iniziativa “spesa sospesa”, raccolti a Chieti 5 quintali di alimenti per i più bisognosi

Chieti. Quasi 5 quintali di prodotti alimentari raccolti a Chie1397409682_300x149_fotonotizia_la-conad-di-via-milano-a-pescara-per-pasqua-lancia-la-spesa-sospesati grazie alla generosità della clientela della Conad Marrucina, in via Camarda. E’ l’ingente quantitativo donato nelle due giornate del 3 e del 4 aprile scorsi dedicate a “La Spesa Sospesa”, colletta organizzata presso il supermercato con la collaborazione del Banco Alimentare Abruzzo e il quotidiano di enogastronomia on line “L’Abruzzo è servito”. Ai prodotti a lunga conservazione raccolti attraverso la disponibilità dei clienti del punto vendita, è andato ad aggiungersi un carrello di generi alimentari a marchio Conad donato dalla direttrice del supermercato, Ivana Antonelli. L’iniziativa, già realizzata nel settembre dello scorso anno per un’intera settimana, è stata ripetuta in occasione delle festività pasquali, giornate in cui chi vive nell’indigenza avverte in misura maggiore questo doloroso disagio. Nel dettaglio sono stati raccolti 14 kg di alimenti per l’infanzia, 26 kg di tonno, 31 kg di pelati, 41 kg di legumi, 137 kg di pasta, 32 kg di riso, 18 kg di zucchero, 31 kg di latte, 24 kg di biscotti e 107 kg di prodotti vari per un totale di 461 kg. “La Spesa Sospesa” verrà consegnata, attraverso il Banco Alimentare Abruzzo, alla casa di accoglienza per il recupero di tossicodipendenti gestita dall’associazione “Il Sentiero” e alla mensa per i poveri del centro “Santa Luisa”, a Chieti. Per Ivana Antonelli, che vorrebbe ripetere “461 volte grazie”, si tratta di segnali molto positivi perchè ci fanno comprendere l’estrema sensibilità della nostra città verso temi etici di fondamentale importanza e la particolare vicinanza ai concittadini meno fortunati”. “La Spesa Sospesa è un’iniziativa molto significativa per il Banco Alimentare, che va ad affiancarsi alla grande colletta nazionale che organizziamo annualmente”, ha commentato Cosimo Trivisani, direttore del Banco Alimentare Abruzzo, “Oltre a consentirci di raccogliere periodicamente prodotti a lunga conservazione per le associazioni che fanno parte della nostra rete”, ha aggiunto, “ci permette di svolgere con maggiore frequenza l’opera di sensibilizzazione nei confronti dell’opinione pubblica, che e’ fondamentale per far comprendere quanto siano importanti il volontariato e la solidarità per aiutare le oltre 38mila persone indigenti che vivono nella nostra regione”.