The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Irregolarità igieniche e utilizzo di mezzi non autorizzati, chiusi panifici e pizzerie in Abruzzo dopo i controlli dei Nas

Sottoposti a sospensione di attività un panificio di Pescara e una pizzeria di Chieti

Pescara. Un panificio di Pescara, con due veicoli non autorizzati, e una pizzeria al taglio di Chieti, sottoposti a sospensione di attività. E’ il bilancio dei controlli che i Carabinieri del Nas di Pescara stanno eseguendo in Abruzzo nel settore della produzione di alimenti a base di pane e pizza, intensificati con la riapertura dell’anno scolastico. In particolare, a Pescara i carabinieri sono intervenuti dopo un controllo alla circolazione stradale di un furgone che trasportava diversi chilogrammi di panini verso supermercati della città. All’arrivo dei militari del Nas, il furgone risultava subito in pessime condizioni igieniche, per sporcizia diffusa, e, tra l’altro, veniva utilizzato abusivamente per il trasporto di alimenti.

L’ispezione è stata estesa al panificio: il furgone era parcheggiato sulla strada e per i trasporti veniva utilizzato
anche un secondo mezzo abusivo. All’interno dell’attività sono state accertate gravi carenze nei locali e nei luoghi di produzione ed è stato disposto il provvedimento di sospensione da parte del Sian della Asl. Elevata una sanzione di 5mila euro per violazioni in materia igienico sanitaria, autocontrollo e utilizzo mezzi non autorizzati al trasporto alimenti, con la distruzione di oltre un quintale di pane e pizza. A Chieti l’intervento ha riguardato una pizzeria al taglio. Pareti scostate e sporcizia nel bancone all’origine dell’intervento che effettivamente ha consentito di accertare una grave condizione igienica dei locali; era stata avviata anche un’attività di gastronomia, senza richiederne autorizzazione. Il Sian, intervenuto su richiesta dei Nas, ha imposto la sospensione immediata. Ispezionato anche un bar cittadino dove si riscontravano carenze nell’autocontrollo e nelle condizioni igieniche. I Nas ricordano che vengono vagliate anche le segnalazioni anonime o telefoniche di genitori che si rivolgono al centralino del Nas di Pescara.