The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

La Carbotech dona libri e computer alle scuole di Martinsicuro. Dattoli: cruciale per noi tema della responsabilità sociale d’impresa

Martinsicuro. Dieci computer con scrivania e sedia e 64 libri per la lettura. E’ questa la donazione che la Carbotech, azienda di Martinsicuro leader in Italia nella produzione di spazzole in grafite, metalgrafite ed elettrografite, ha fatto alla scuola di Martinsicuro.

Nello specifico la Carbotech ha donato i libri, in collaborazione con la casa editrice Giunti, alla scuola d’infanzia e a quella primaria di Villa Rosa che fanno parte dell’Istituto comprensivo Sandro Pertini Martinsicuro-Villa Rosa. Il progetto, nato in partnership con la Giunti, si è concretizzato nella donazione di 64 volumi i cui titoli sono stati scelti dalla scuola, verranno messi a disposizione degli alunni. Oltre ai libri, la Carbotech ha voluto aggiungere una donazione personale all’Istituto Pertini di 10 computer completi di scrivanie e sedie.

La consegna di questo materiale è avvenuta questa mattina presso la scuola, presenti alla donazione: la preside Barbara Rastelli, Enrico Fracassa in rappresentanza della Carbotech, la vice preside Gianna Di Berardino, la prof Piera Capriotti che ha curato l’operazione, Federico Monti e Cristina Pacifico della libreria Giunti di Porto d’Ascoli.

“Sono molto contenta– ha dichiarato la preside Barbara Rastelli – della donazione da parte della Carbotech che ringrazio a nome dell’Istituto e di tutti gli alunni della scuola dell’infanzia e della primaria di Villa Rosa che usufruiranno di questo materiale. Inoltre questa donazione si inserisce perfettamente nel nostro operato poiché abbiamo da anni un progetto dedicato alla lettura”.

“Abbiamo sempre cercato –conclude l’ing. Dattoli, amministratore unico della Carbotech- di porre
la giusta attenzione all’aspetto sociale di fare impresa, e questa è una delle iniziative che rientra nel nostro modus operandi. Essere imprenditori significa anche restituire al territorio ciò che ti ha dato, quindi abbiamo fatto la donazione con grande piacere a questi bambini che rappresentano il futuro della nostra regione”.