The news is by your side.

La Fondazione Carispaq sostiene la riqualificazione della Villa Comunale di Sulmona, presentato il progetto

Sulmona. La Fondazione Carispaq e il Comune di Sulmona hanno presentato oggi, presso Palazzo San Francesco, sede della municipalità, il progetto di riqualificazione della Villa Comunale di Sulmona, i cui lavori saranno interamente finanziati dalla Fondazione con uno stanziamento di 140mila euro.

L’intervento è stato presentato dal Presidente della Fondazione Carispaq, Domenico Taglieri, dal Sindaco Annamaria Casini e dall’assessore ai lavori pubblici Salvatore Zavarella; presente all’incontro anche il Consigliere d’Amministrazione della Fondazione Armando Sinibaldi. Si tratta del primo lotto di un progetto più ampio di rifacimento e riqualificazione di tutta l’area; inizialmente è prevista la sistemazione del verde, delle aiuole, dell’illuminazione e degli spazi di socializzazione con l’intento di incrementare il valore estetico–ricreativo che
la Villa Comunale, all’interno del contesto urbano della città di Sulmona, rappresenta fin dagli anni trenta del novecento quando fu realizzata. Il modello che questa area verde attualizza è quello del giardino classico geometrico cosiddetto “all’italiana” con gli spazi verdi, le pavimentazioni e i viali che si intrecciano formando figure geometriche
perfettamente marcate e simmetriche grazie anche all’uso di piante sempreverdi come: cipressi, lecci e bosso. Per questo il progetto prevede estesi ed importanti lavori di recupero del patrimonio verde, la sistemazione dei viali interni con l’immissione di ninfee nei due specchi d’acqua, la sistemazione degli impianti di irrigazione ed elettrico, dei lampioni e delle panchine. Il cantiere sarà portato avanti per step, in modo da lasciare fruibili porzioni di parco non interessate dai lavori e riaprendo quelle che man mano verranno riqualificate.

La Fondazione, inoltre, gestirà direttamente la realizzazione dell’intervento avvalendosi della norma previste nell’art. 20 del Codice degli Appalti (opera pubblica realizzata a cura e spese del privato), sulla base di un’apposita convenzione che sarà sottoscritta con il Comune di Sulmona; verrà quindi seguito il percorso amministrativo già sperimentato con
successo dalla stessa Fondazione per la riqualificazione di Parco del Castello dell’Aquila recentemente restituito alla città.

“Come Fondazione Carispaq siamo molto soddisfatti di un intervento che va oltre il suo intrinseco valore storico culturale– ha dichiarato il Presidente Taglieri. La riqualificazione della Villa Comunale restituirà a Sulmona il luogo della socialità e della condivisione tornando ad essere il biglietto da visita anche turistico della città grazie alla sua posizione all’ingresso del centro storico e di fronte alla splendida Cattedrale di San Panfilo. Quello presentato oggi è un primo importante impegno, ma per la restituzione alla completa fruibilità dell’area, la Fondazione sosterrà anche i successivi lotti che riguarderanno l’installazione di una recinzione e di un impianto di videosorveglianza per rendere la Villa Comunale il più sicura possibile anche dalle incursioni di possibili vandali. Anche per
questo importante intervento, come accaduto per gli altri realizzati su tutto il territorio
provinciale, la Fondazione Carispaq metterà a disposizione della città di Sulmona, oltre alle
risorse necessarie, tutte le sue competenze e capacità progettuali”.

“La valorizzazione delle aree verdi e soprattutto della villa comunale – ha aggiunto il Sindaco Annamaria Casini – luogo da sempre caro ai sulmonesi, è parte integrante delle opere strategiche della nostra amministrazione, nell’ambito dell’ambizioso progetto di riqualificazione del centro storico. È con grande favore che abbiamo accolto la generosa iniziativa della Fondazione Carispaq, ente da sempre vicino al nostro territorio. Ringrazio sentitamente il presidente Domenico Taglieri e il CdA per la concreta disponibilità e l’impegno profuso al fine di poter restituire all città un giardino così importante che appartiene al cuore dei sulmonesi stessi, ricco di caratteristici alberi, custode di memoria e storia della città. Sapere che ci sono energie dinamiche ed operose nei confronti del bene comune non può che rendere orgogliosi. Sarà nostro compito onorare questa lodevole iniziativa, conservando al meglio la villa comunale, che appartiene alla storia di Sulmona, divenuta nel tempo punto nevralgico dell’ aggregazione sociale cittadina”.

A conclusione l’assessore Zavarella ha detto ” La villa comunale è un importante biglietto da visita per la nostra città, oltre ad essere un luogo a cui i cittadini sono molto legati. Plaudo la conclusione di un importante sinergia ed esprimo un sentito ringraziamento alla Fondazione Carispaq e al CdA per l’attenzione al cuore verde di Sulmona, sostenendone
l’ importante operazione di manutenzione straordinaria. Il Comune farà la sua parte al fine di poter onorare questi sforzi nell’ interesse della città”