The news is by your side.

La Provincia risponde al sindaco di Ortona su strade abbandonate ed eterne incompiute

Ortona. “In merito alle lamentele del sindaco di Ortona Leo Castiglione occorre fare qualche doveroso chiarimento. La Provincia non ha dimenticato Ortona, ha dimenticato tutti i 104 comuni che la compongono in relazione a quello che è accaduto in questi anni con la riforma dettata dalla Legge 56 Del Rio”. Così esordisce la Provincia, replicando alle affermazioni del sindaco di Ortona. “Mi spiego meglio. Per anni, dal 2014, la Provincia ha subito tagli, addirittura prelievi forzosi, attraverso le fonti di finanziamento tradizionali ovvero la RCA (responsabilità civile auto) e IPT (imposta provinciale trascrizione); insomma la Provincia per alcuni anni ha dovuto, paradossalmente, versare soldi allo Stato. L’Ente è diventato una sorta di Bancomat per il Governo”.

“La Provincia di Chieti”, prosegue,” possiede ad oggi circa 1640 km di strade e il DM 49/2018, lo scorso anno, ha messo a disposizione poco più di tre milioniduecentosettantamila euro che insieme ad altre modeste fonti di finanziamento ha permesso interventi di piccole dimensioni. (la cifra permette di asfaltare circa 40 km di strade su 1640 km). Gli interventi che i cittadini vedono o vedranno attuarsi in questo anno sono il risultato di un imprevisto e benedetto finanziamento del Masterplan che la giunta D’Alfonso, senza nessun obbligo, nel 2018 ha versato nelle casse delle 4 Province, ovvero ben 55 milioni di euro, constatando lo stato disastroso della rete stradale. Una donazione imprevista, ma di straordinaria importanza. La provincia di Chieti ha ricevuto 16 milioni di euro ripartiti in questa maniera: 9 milioni area del Vastese, 4 milioni area Sangro Aventino, 3 milioni area Chietino Ortonese. La ripartizione fu disegnata, giustamente, dalla Giunta in relazione alla gravità dello stato delle strade. Inoltre la giunta D’Alfonso ha ottenuto il trasferimento all’ANAS di circa 150 km di strade, e ad oggi è stata predisposta e inviata alla Regione Abruzzo un’altra lista di attesa che comprende, fra le altre anche la provinciale 218 Marruccina da Ortona a Orsogna a Guardiagrele. Gli interventi previsti dal Masterplan e dal DM 49 per il 2020, sono consultabili nel sito della Provincia, ma ricordiamo che con i circa 20 milioni di euro possiamo intervenire su una parte della rete viaria che avrebbe bisogno di circa 110 milioni di euro. (ovvero si sta intervenendo sul 20-25% del patrimonio stradale)”.

“Inoltre, sulla piattaforma della Protezione Civile sono state inserite, a seguito dell’emergenza 2017 (DPCM 441/2017) oltre 140 interventi di frane le quali sono state in parte finanziante per circa 40 interventi, tuttora in corso o completati, per oltre 6,8 Mln di euro. La restante parte, che comprendono anche le frane che il Sindaco menziona sul suo territorio comunale, sono in attesa di specifiche risorse le quali dovrebbero essere assegnate nel prossimo 2021 da parte della Regione Abruzzo. Capisco le lamentele del sindaco di Ortona, ma di tanti sindaci che periodicamente mi scrivono attraverso i giornali, ma per fortuna, Ortona, non ha il ruolo di protagonista nella classifica delle strade trascurate. Basta farsi una gita nelle aree montane e pedemontane per valutare chi ha più bisogno. Immaginate il tempo e i disagi degli studenti e degli operai o di un ambulanza, per raggiungere Vasto, Lanciano o Ortona, dai paesi dell’interno”, conclude.