The news is by your side.

La tradizione abruzzese rivive nel Carnevale della Valle Siciliana con la rappresentazione del Canto dei Dodici Mesi

Teramo. Domenica e lunedì, la Sezione italiana dell’Istituto Internazionale del Teatro del Mediterraneo riporterà nella Valle Siciliana un’antica tradizione abruzzese: la rappresentazione del “Canto dei dodici mesi”, che fino a qualche decennio fa prendeva vita in occasione del Carnevale lungo le strade dei paesi abruzzesi per propiziare la buona sorte e i buoni raccolti.

L’iniziativa è realizzata grazie al progetto “RAdiCI”, selezionato dall’Impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.
Adulti e bambini potranno interpretare uno dei brani più rappresentativi del repertorio popolare attraverso laboratori di canto gratuiti guidati dai musicisti Graziella Guardiani (canto), Carlo Di Silvestre (chitarra), Fabio Di Gabriele (tamburi), Guerino Marchegiani e Francesco Tassoni (organetto). Parteciperanno anche gli alunni delle scuole primarie dell’Istituto Comprensivo Isola – Colledara e gli allievi della scuola di musica e liuteria tradizionale “I Suonatori della Valle Siciliana” di Fano a Corno.
Appuntamento domenica alle 11.30 a Chiarino di Tossicia nella Chiesa di San Giovanni Battista, alle 15.30 a Colledara in piazza della Libertà, alle 17.15 a Castelli in piazza Roma e alle  18.30 a Isola del Gran Sasso nell’ex scuola primaria “Amalia Noto” in Borgo San Leonardo. Lunedì appuntamento invece alle 15 nell’ex scuola elementare di Castel Castagna.
L’evento, aperto alla cittadinanza, si svolge con il patrocinio e il supporto dei Comuni di Castel Castagna, Castelli, Colledara, Isola del Gran Sasso e Tossicia e con la collaborazione della Pro Loco Castelli, della Pro Loco Chiarino, Collina San Giovanni, Petrignano e della Pro Loco “Insula 2.0”.
Per informazioni: [email protected]istitutoteatromediterraneo.it tel. 366.6286924 o 338.7070751.