The news is by your side.

L’Abruzzo è ancora in zona rossa: “pessima gestione sanitaria sta danneggiando economia regionale”

Pezzopane (Pd) attacca Marsilio: "così la Regione perde di credibilità"

L’Aquila. L’Abruzzo resta ancora in zona rossa e la deputata dem, Stefania Pezzopane, non usa mezzi termini per attaccare la gestione sanitaria regionale e il governatore, Marco Marsilio, che “conosceva le norme quando decise”.

“Ci tornano in mente le parole del presidente romano Marsilio che solo qualche giorno fa”, sottolinea la Pezzopane, “faceva il giro di tv e radio per annunciare che la nostra regione sarebbe stata zona Rossa per scelta della Regione. E alle domande dei giornalisti rispondeva che “intanto tra pochi giorni saranno tutte rosse le regioni”.
“Ora diciamo al presidente romano che secondo le attuali norme probabilmente a restare rossa sarà solo la nostra regione”, precisa sostenendo che “questo é quello che apprendiamo dalle anticipazioni di Repubblica. Ora Marsilio non può lamentarsi perché ha voluto lui la zona rossa anche quando i nostri parametri non erano da zona rossa e conosceva le norme e sapeva che l’Abruzzo sarebbe potuto di nuovo essere zona arancione il 10 dicembre e dopo altri 14 giorni a ridosso del Natale, zona gialla”.
“Ora siamo appesi ad una qualche possibilità che si modifichino norme valide per tutte le Regioni. Norme che Marsilio conosceva”, tuona la deputata dem, “chi vi dovrebbe ringraziare? I cittadini abruzzesi esausti per una gestione emergenza finita sulle cronache nazional? Le attività che resteranno chiuse una settimana in più sotto Natale? Gli operatori sanitari e i cittadini per la grave carenza di vaccini per l’influenza?”, conclude, “così la Regione perde credibilità”.