The news is by your side.

L’Abruzzo prima regione del sud Italia per raccolta differenziata di carta e cartone, Teramo e Chieti le province più performanti

24esimo rapporto annuale di Comieco, nel 2018 raccolte più di 80mila tonnellate di carta e cartone

Chieti. L’Abruzzo si conferma anche quest’anno la regione più performante del Sud Italia per raccolta pro capite di carta e cartone con 60,5 kg ad abitante, un dato di gran lunga superiore alla media della macro area di riferimento che si ferma a 38,1 kg/ab. L’Abruzzo è, inoltre, l’unica regione del sud a superare la media nazionale di 56,3 kg/ab. È quanto emerso dal 24esimo rapporto nazionale presentato da Comieco, Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli imballaggi a base cellulosica. Le province di Teramo e Chieti, rispettivamente con 65,2 Kg/ab e 67,4 Kg/ab, sono allineate ai valori medi del centro-nord. A livello di tonnellate raccolte, Teramo registra anche la crescita maggiore rispetto al 2017 (+10,1%), seguita a stretto giro dall’Aquila (+7,6%).

Cresce dunque la sensibilità nei confronti della tutela ambientale da parte dei cittadini abruzzesi, sempre più attenti a differenziare dagli altri materiali carta e cartone, che rappresentano quasi al 13% del totale dei rifiuti urbani raccolti nella regione. Dietro ai buoni risultati raggiunti però non c’è solo l’impegno a differenziare, ma anche un sistema di gestione efficace ed efficiente, capace di garantire a qualunque condizione il ritiro e l’avvio a riciclo di carta e cartone. In particolare, in Abruzzo, sono presenti 15 piattaforme convenzionate per il riciclo e 2 cartiere.

“L’Abruzzo rappresenta un esempio positivo nella gestione dei rifiuti dando un segnale incoraggiante ad un Sud Italia che, seppur in crescita, ha ancora un potenziale molto alto”, sottolinea Carlo Montalbetti, direttore generale di Comieco,“nel 2018, a fronte del materiale cellulosico proveniente da raccolta differenziata e dato in gestione al Consorzio, Comieco ha riconosciuto ai 251 i comuni abruzzesi in convenzione oltre 3,2 milioni di euro in corrispettivi economici. ”. In 21 anni di operatività del sistema consortile i Comuni italiani hanno ricevuto da Comieco corrispettivi economici per oltre 1,6 miliardi di euro a sostegno alla raccolta di carta e cartone: risorse vitali che hanno contribuito alla crescita e alla sempre maggiore efficienza del sistema di gestione dei rifiuti urbani.

A livello nazionale, il rapporto ha fotografato una situazione molto positiva: 3,4 milioni di tonnellate di carta e cartone raccolte nel 2018, con un aumento complessivo del 4%, pari a + 127mila tonnellate, rispetto al 2017, distribuito in tutte e 3 le macroaree con particolare evidenza al Sud e al Nord.