The news is by your side.

L’Abruzzo sbarca a Cuba e lo fa con…l’Arpa. La storica compagnia di trasporto si aggira tra le strade dell’isola

L’Aquila. L’Abruzzo si aggira tra le vie di Cuba. Sappiamo della presenza di nostri conterranei e di attività commerciali da loro portate avanti nella splendida isola caraibica, ma questa volta a far parlare della nostra regione è un video che in queste ore sta facendo il giro del web. Pubblicato sulla pagina facebook “Si scrive Abruzzo, si legge:” ritrae un vecchio pullman dell’Arpa, la storica compagnia di trasporti su gomma, aggirarsi tra le strade di una non bene precisata cittadina.

Qualche notizia maggiore la fornisce un utente, Francesco Omnibus: “Nel 2014 questo e altri tre autobus uguali (tutti immatricolati tra il 1982 e il 1983) vennero donati ad altrettanti Ministeri del governo cubano per trasportare gli studenti di accademie e facoltà. Ad organizzare tutto furono l’associazione Social Cuba e un sindacato di Teramo (ogni autobus infatti era intitolato ad un sindacalista scomparso)”.

“Nel 2016 – prosegue – altre due vetture, uguali a queste, vennero donate dal Lion’s Club di Teramo ad una associazione che li portò in Marocco, dove tuttora funzionano. Tre considerazioni mi vengono in mente, guardando questo video: 1) il bus porta 55 persone ed inquina sicuramente meno di 55 utilitarie Euro 6 messe insieme, quindi basta con la storia del “eh ma è vecchio” 2) siamo davvero forti e gentili 3) un matrimonio dura una vita, ma un autobus Fiat è per sempre”.

“Con la solidaridad un transporte mejor es posible”, si legge sul retro e sulla fiancata del mezzo. Un vecchio adagio recitava: “Ciò che noi buttiamo può essere la fortuna di qualcun altro”. Ed è vero, in un paese in cui la soglia di povertà è ancora molto elevata in diverse zone, anche un vecchio pullman può fare la differenza.