The news is by your side.

L’Aquila, la Buona Scuola fa rumore: questa mattina corteo di protesta degli studenti

L’Aquila. La “Buona Scuola” fa discutere, e protestare. Oggi in circa novanta piazze d’Italia gli studenti hanno ancora una volta manifestato il loro dissenso per una riforma sempre più vista come un’imposizione dall’alto, che non tiene conto delle effettive esigenze del mondo scolastico. L’Aquila non è stata da meno. Sotto il nome di “Studenti Aquilani Uniti” ragazzi e ragazze di licei ed istituti superiori si sono dati appuntamento a Colle Sapone e alla Fontana Luminosa, sfilando in un corteo di centinaia di persone. “Quest’anno è aumentato il costo dei libri , verranno introdotte centinaia di ore di alternanza scuola-lavoro che non saranno certamente ore di formazione ma sfruttamento aziendale, il ruolo del preside diverrà pericoloso ed eccessivamente autoritario, ci saranno ritardi elevatissimi per la sostituzione degli insegnanti quando si assenteranno, il ruolo delle disastrose prove “Invalsi” sarà potenziato, in generale prevediamo e già lo stiamo vedendo , un calo del livello della formazione scolastica“ scrivono in un comunicato. Tanti cori all’unisono per le strade del capoluogo, passando per via Strinella 88, fino al sit-in alla Villa Comunale. E tanto rumore di giovani voci, per dimostrare di esserci e di voler partecipare al proprio futuro.  All’ordine della protesta anche problemi specifici, come la mancanza (ormai annuale) di una palestra per l’educazione fisica nell’Istituto Alberghiero e l’assenza di personale nei laboratori del Liceo Scientifico. A dare manforte alcuni rappresentanti universitari dell’associazione “Studenti Indipendenti”. Peccato per le presenze modeste, se consideriamo il numero totale di studenti delle varie scuole; lo ha constatato qualche rappresentante, esortando ad una maggiore partecipazione per le prossime mobilitazioni. Diego Renzi