The news is by your side.

L’Aquila ospita la XV edizione del concorso enologico internazionale ‘La Selezione del Sindaco’

L’Aquila. Dal 26 al 28 maggio L’Aquila ospita il nuovo il concorso enologico delle Citta’ del Vino Europee. Edizione. Biologici, passiti, autoctoni, in argilla, kosher, spumanti e sempre e comunque “piccole partite di vino di qualita’, prodotte nelle Citta’ del Vino”. Saranno questi i protagonisti della nuova edizione numero XV del concorso enologico internazionale La Selezione del Sindaco, organizzato dall’Associazione che aggrega 450 Comuni in Italia e un migliaio in Europa attraverso Recevin. Le iscrizioni sono aperte fino al 23 maggio prossimo. La prima edizione della Selezione del Sindaco risale al 2002. S’iscrivono i Comuni e le cantine: gratis i primi, con una quota di 100 a campione di vino le seconde; che diventano 75 euro con l’iscrizione online. Il regolamento e le modalita’ su www.selezionedelsindaco.it e www.cittadelvino.it Vino bottiglie vini d'abruzzoLa Selezione del Sindaco e’ un concorso enologico unico perche’ le cantine possono partecipare solo in alleanza con il Comune di riferimento. Inoltre perche’ il concorso e’ pensato per piccole partite di vino (minimo 1.000 massimo 50.000 bottiglie) e con un’attenzione particolare a vitigni autoctoni, anche a vini passiti, vini maturati in argilla e produzioni di qualita’ delle cantine sociali. Il concorso ogni anno e’ di scena in una diversa localita’: per l’edizione 2016 l’Associazione ha individuato L’Aquila, capoluogo al centro di un territorio storicamente a forte vocazione vitivinicola, ma soprattutto luogo simbolo – dopo il terremoto del 6 aprile 2009 – di una rinascita che deve ancora compiersi del tutto. Le sessioni di degustazione delle Commissioni internazionali si svolgeranno presso la sede dell’Ex-Optimes, via Campo di Pile – Zona industriale di Pile. “Con la realizzazione del concorso internazionale a L’Aquila, l’Associazione intende contribuire a mantenere viva l’attenzione sulle problematiche che ancora permangono dopo il terremoto e dare un segnale di come attraverso la viticoltura di qualita’ sia possibile rilanciare un’area con forti vocazioni anche enoturistiche – commenta il direttore di Citta’ del Vino, Paolo Benvenuti -. Abbiamo appena impostato anche un protocollo d’intesa con le Citta’ del Bio per rilanciare la sezione del concorso BioDivino. Quest’anno, inoltre, c’e’ anche la collaborazione del Movimento Turismo del Vino e prevediamo ancora piu’ iscrizioni degli anni passati”. Il Concorso enologico, per il suo carattere internazionale che vede la presenza di un centinaio di Commissari provenienti da tutto il mondo (dai paesi dell’Estremo Oriente alla Russia, dai paesi europei agli Stati Uniti) puo’ essere un ulteriore strumento per la promozione dell’Abruzzo del vino, nello spirito e nelle funzioni dell’Associazione, fondata a Siena il 21 marzo 1987.