The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

L’artista aquilana Vanessa Marrana a Roma per interpretare un ruolo tra mito, cartone animato e fantasia

L’Aquila. Roma chiama L’Aquila ancora una volta e a rispondere è una trentenne artista dai capelli rosso fuoco che vive nel capoluogo abruzzese da sei anni: Vanessa “Zitha” Marrana, di giorno cameriera e di sera strepitosa show woman capace di cantare, recitare e presentare.
Dal capoluogo alla capitale dicevamo, perché Vanessa, in arte Zitha, sarà tra gli interpreti dello spettacolo “La Nascita della Crisalide della Sirena – Le Contraddizioni del Cuore”, appartenente al progetto cinematografico e teatrale “Ariel Saga Movie” con la regia di Francesco Olivieri. Spettacolo che andrà in scena all’Arma Teatro di Roma (zona Prati) dal 31 gennaio al 2 febbraio 2020.
Zitha interpreterà tre ruoli: Zelda, fata della foresta, Pollon Dark, dea tormentata e ironica e Silvia Lios, spia degli inferi. “La rappresentazione teatrale” spiega il regista “sarà legata sia al cinema fantastico con il mondo dei sogni e degli incubi e riferimenti alla mitologia classica, che al cinema contemporaneo con riferimenti alla cultura pop della New Hollywood degli anni Settanta e inizio Ottanta. Ambientando di fatto la storia in un mondo parallelo del ciclo attuale nel 1985”.
La storia è ispirata al personaggio di “Ariel”, protagonista de “La Sirenetta”, con uno specifico riferimento ad alcuni anime (cartoni animati giapponesi) molto in voga negli anni 80 che utilizzavano la magia per raccontare il passaggio dalla adolescenza all’età adulta di una ragazza alla scoperta di se stessa e del senso della propria vita. I personaggi di Vanessa “Zitha” incroceranno sul palco i protagonisti della storia fantastica immaginata da Olivieri dando all’artista aquilana la possibilità di confrontarsi con una recitazione complessa in cui si alternano forti emozioni e momenti d’intensa drammaticità. Seppur giovane d’età, Vanessa è artisticamente navigata.
Figlia d’arte, in casa respira da sempre quest’aria; il padre è un cantante blues, la madre tedesca è una pittrice su seta, la nonna tedesca pittrice affermata di acquerelli su tela e porcellane, la sorella maggiore pittrice e il fratello maggiore chitarrista. Ha frequentato a Pescara un’accademia teatrale e studiando contemporaneamente canto jazz con la cantante Antonella Egizii. Continua a studiare recitazione anche all’Aquila, specializzandosi nell’improvvisazione. Ha seguito inoltre diversi master di canto e recitazione cinematografica. Vanessa al momento sta lavorando e continua i suoi studi artistici che sta già tramandando al suo più grande amore, suo figlio Gabriel di cinque anni, nato dalla relazione con il chitarrista blues Fabio Francazio (fratello del bassista Stefano Francazio, vincitore dell’Eurobass contest ed ex bassista nella band di John Macaluso).
Dopo la tappa romana, “La Nascita della Crisalide della Sirena”, tenterà di approdare nei teatri abruzzesi con un sogno nel cassetto di attori e regista, quello di poter realizzare una produzione cinematografica da ambientare nei più affascinanti luoghi d’Abruzzo.
Foto di Federico Serpieri