The news is by your side.

Lavoratori della Veco in presidio davanti alla Prefettura, ministero firma la cassa integrazione

L'ammortizzatore coprirà fino al 31 aprile 2021

Teramo. In occasione del presidio messo in atto questa mattina davanti alla Prefettura dai lavoratori della Veco di Martinsicuro, che da cinque mesi sono di fatto senza alcun reddito, è arrivata la notizia che sindacati e lavoratori aspettavano da tempo: la firma, da parte del ministero, del decreto di cassa integrazione per cessazione di attività. L’ammortizzatore coprirà fino al 31 aprile 2021, con possibilità di essere eventualmente prorogato fino al mese di giugno dello stesso anno.

“Finalmente una buona notizia per i 50 lavoratori e le loro famiglie”, commenta il segretario provinciale della Fiom Cgil Mirco D’Ignazio, “arrivata proprio durante l’incontro di questa mattina con il prefetto. Adesso la palla passa all’Inps di Teramo, al quale chiederemo di essere rapido nell’erogazione”. Resta sul tavolo la questione del futuro delle maestranze e del rilancio del sito. “Chiusa questa fase si aprirà la partita relativa al futuro del sito e dei lavoratori”, conclude D’Ignazio, “intanto accogliamo con soddisfazione la notizia odierna”.