The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Lavoro: in Abruzzo meno richieste per laureati e diplomati, assunzioni per diplomati professionali

L’Aquila.  Le imprese abruzzesi dell’industria e dei servizi prevedono di assumere tra agosto e ottobre di quest’anno 18.020 lavoratori, dei quali il 10,2% laureati, il 36,4% diplomati, il 28,0% titolari di diplomi professionali e il 25,3% lavoratori senza formazione specifica. Emerge dalle elaborazioni che il Cresa ha svolto sulla base dei dati del sistema informativo Excelsior, realizzata da Unioncamere in accordo con l’Anpal. Laureati e diplomati, quindi, pesaranno meno in regione rispetto alla media in Italia (rispettivamente 14,6% e 38,1%) mentre gli assunti con diplomi professionali o senza formazione specifica saranno più numerosi rispetto alla media italiana (rispettivamente 25,1% e 22,1%).

Le imprese abruzzesi, inoltre, si aspettano di avere difficoltà a trovare un laureato su 3 (35,6%) mentre sarà meno complicato reperire diplomati e titolari di diplomi professionali (rispettivamente 22,3% e 25,2%) e soprattutto lavoratori senza formazione specifica (11,3%). Tra i laureati saranno più richiesti quelli con indirizzo economico (440), seguiti da quelli con indirizzo giuridico (260), e
ingegneri elettronici e industriali (rispettivamente 170 e 150). Le imprese prevedono difficoltà nel trovare 3 ingegneri elettronici su 4 (74,0%) e 2 ingegneri industriali su 3 (68,8%), principalmente a causa del ridotto numero di candidati. Le minori difficoltà si riscontrano per i laureati con indirizzo giuridico (1,1% delle260 assunzioni) e con indirizzo sanitario (6,8% delle 130 assunzioni).

A livello provinciale, si prevede il maggior numero di assunzioni di laureati in ingegneria elettronica e con indirizzo giuridico a L’Aquila (rispettivamente 60 e 130), economico e sanitario a Pescara (rispettivamente 160 e 50), in ingegneria industriale e con indirizzo linguistico a Chieti (rispettivamente 50 e 40). Tra i diplomati saranno più ricercati quelli con indirizzo amministrazione e finanza (810), meccanica e meccatronica (760), elettronica (470), turismo (450) e informatica (260). Le imprese prevedono grandi difficoltà nel reperimento di diplomati con indirizzo costruzioni (79,1% delle 160 assunzioni) e socio-sanitario (85,9% delle 90 assunzioni). A livello provinciale il maggior numero di assunzioni programmate di diplomati con indirizzo elettronico informatico e costruzioni sarà a L’Aquila (rispettivamente 150, 80 e 60), turismo a Teramo (150), amministrazione a Pescara (260), meccanica a Chieti (340).