The news is by your side.

Le Dem abruzzesi solidarizzano con Pezzopane: in atto campagna propagandistica menzognera

L’Aquila. “Il lupo perde il pelo ma non il vizio, viene da dire ricorrendo alla saggezza popolare. Nel  corso di una terribile pandemia c’è chi riesce a qualificarsi per quel che è, sempre, non solo in questi giorni complessi per l’intero Paese. E mentre incessantemente il governo e il Parlamento lavorano per trovare soluzioni adeguate ad una condizione estrema, altri, mostrando incapacità e assoluta  mancanza di cura per le persone, si dedicano, per abitudine ormai consolidata, ad una infinita campagna propagandistica basata su menzogne spacciate per verità e sulla denigrazione dell’avversario politico”. Ecco la nota di solidarietà alla parlamentare abruzzese Stafania Pezzopane a firma delle Democratiche abruzzesi.

“Attacchi violentissimi, sessisti, che, non potendo appigliarsi ad alcun argomento politico, finiscono miseramente con l’insultare una donna per le caratteristiche fisiche e per la vita privata. Una modalità squallida, assurda, ancor più indegna perché praticata mentre Il Paese affronta la peggior crisi dal secondo dopoguerra. Si dovrebbe lavorare tutti insieme per le persone, per i territori, per le soluzioni; ma, i fatti raccontano come alcuni amministratori locali e regionali si mostrino del tutto indifferenti a questo concetto elementare. I fatti, non la propaganda, producono soluzioni concrete. I fatti: tutela di un intero Popolo, a partire dalle persone più fragili”.

“I fatti: liquidità immediata per 400 miliardi alle imprese italiane. Un totale di oltre 750 miliardi mobilitati. Sospensione di versamenti e ritenute. Tutela delle imprese strategiche da chi pensa di fare scalate ostili. I fatti: 24 milioni che il Cipe e Palazzo Chigi hanno destinato al cratere 2009 per progetti di sviluppo del Gran Sasso, del sistema residenziale universitario, dei borghi e della mobilità elettrica e, inoltre, come la deputata dem ha proposto e fatto approvare nel Decreto Sisma, il Dipartimento Casa Italia amplia le sue competenze e si pone come punto di riferimento del post emergenza. Soluzioni, non chiacchiere, per quella fase di ricostruzione e di rinascita dei territori colpiti da grandi calamità naturali. La ricostruzione, dopo questa orribile pandemia, deve essere accelerata coinvolgendo imprese e parti sociali in un nuovo progetto che coinvolge l’intero territorio. Tutto questo e molto altro è possibile grazie al lavoro di una donna aquilana, determinata e capace, una parlamentare abruzzese e non certo grazie alla propaganda feroce e pavida di chi pratica l’odio e se ne nutre come pane quotidiano”.

“Il governo sta lavorando con i parlamentari per tutelare in sede civile e penale medico e personale sanitario che stanno sul fronte, mentre Salvini ha presentato un emendamento vergognoso che tutela regioni e direzioni Asl. E tutto quadra. Trovino le differenze, gli “eroi mancati”, non è difficile. Esprimiamo vicinanza e solidarietà a Stefania Pezzopane. Lasciamo ad altri il fango e l’odio per i quali la storia chiederà loro conto”, conclude la nota.