The news is by your side.

‘Le Gemelle’ utenti e istruttori manifestano in piazza. Disservizi e chiusure a singhiozzo, striscione contro Serraiocco

Lanciano. Contro i disservizi e chiusure a singhiozzo del centro sportivo comunale ‘Le Gemelle’, manifestazione pubblica oggi in piazza Plebiscito degli abbonati e degli istruttori che non percepiscono lo stipendio da gennaio.

Alla manifestazione che ha avuto grande solidarietà dalla città, avendo le piscine oltre 2.300 iscritti, è stato lamentato il lungo disservizio che va avanti dal 22 marzo scorso, quando è partito lo stato di agitazione del personale e successivo distacco di utenze quali luce, gas e acqua che, in questi giorni, sono già state ripristinate. Alla manifestazione è presente anche il sindaco di Lanciano, Mario Pupillo il quale ha inviato per due volte lettere di diffida a Vincenzo Serraiocco, amministratore unico della Wellness che gestisce la struttura comunale. L’ultima diffida scade domani dove si invita la società a riaprire le piscine, in caso contrario il sindaco preannuncia la prima sanzione per violazione delle norme contrattuali per un ammontare tra i 10 e i 15 mila euro. Pupillo ribadisce “la struttura ha un valore sociale e deve riaprire presto come ha promesso Serraiocco, diversamente metteremo in campo tutte le iniziative legate per la rescissione del contratto di affidamento de Le Gemelle”. A tutt’oggi, dei 40 addetti e istruttori del centro sportivo,in 12 hanno presentato le dimissioni e gli altri restano in autosospensione dal lavoro.