The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

L’eccellenza della sanità abruzzese nella prevenzione e nella salute della donna

L’Aquila. Ottobre in ‘rosa’ al ‘San Salvatore’ dell’Aquila che, dai primi del prossimo mese, effettuerà visite ed esami gratuiti riguardanti specificamente la salute delle donne, anche sul rapporto tra alimentazione e patologie. Forte del marchio di qualità, nelle prestazioni riservate specificamente alla salute delle donne, l’ospedale di L’Aquila, dal 2 ottobre prossimo, metterà a disposizione i propri servizi alle utenti. Iniziativa che si svolge nell’ambito dell’ ‘H- Open month’, manifestazione promossa a livello nazionale da Onda (osservatorio nazionale sulla salute della donna). fiocco rosa senoQuest’anno, in concomitanza dell’Expo, di cui Onda è Civil Society Participant, l’attenzione riguarderà, tra gli altri aspetti, il legame che intercorre tra alimentazione e patologie femminili. L’associazione Onda premia da anni con i bollini rosa (da 1 a 3) gli ospedali italiani sulla qualità dei servizi dedicati alla prevenzione delle patologie al femminile, sulla base di una rigorosa verifica compiuta a livello nazionale da un’apposita commissione. Il San Salvatore, ormai da molto tempo, riesce a mantenere il massimo dei voti (3 bollini), come confermato dall’ultimo riconoscimento per il biennio 2014-2015. Le donne, per usufruire delle prestazioni di prevenzione nell’ambito dell’Open month, potranno prenotarsi telefonicamente, a partire da oggi, fino a esaurimento delle disponibilità del numero di visite. Date, numeri, orari e riferimenti per ciascuna disciplina: Diabetologia visite il 2 ottobre prossimo (dalle ore 11 alle 13) previa prenotazione telefonica a: 0862368675 (si puo’ chiamare, a partire da oggi, dalle ore 8 alle 13.00); Endocrinologia visite il 2 ottobre prossimo (dalle 9 alle 13) da prenotare, sempre a partire da oggi, chiamando 0862368678, dalle ore 12 alle 14); Ginecologia: visite il 2 ottobre prossimo, dalle 9 alle 14, chiamando per la prenotazione, dalle 8 alle 13, a: 0862368665; Centro per l’epilessia: visite dal 2 al 30 ottobre, dalle 9 alle 13; da oggi prenotazione (ore 8-13) a: 0862368777. Cardiologia: elettrocardiogramma, dal 2 al 9 ottobre, prenotazioni (orario 8-13) a: 0862368261. Oltre a visite e prestazioni strumentali vi saranno due incontri, aperti alla popolazione: il 19 ottobre prossimo (in ospedale, sala Dal Brollo, dalle ore 16 alle 19) su: ‘Alimentazione e prevenzione oncologica’ e il 23 ottobre (auditorium Sericchi-Strinella 88, dalle 17.30 alle 19.30) sul tema: ‘Anticipazione diagnostica’ . “Anche quest’anno”, dichiara Giovanna Micolucci, direttore sanitario dell’ospedale, “aderiamo all’iniziativa di prevenzione con un’ampia mobilitazione di personale e mezzi, in aggiunta alla ordinaria attività dell’ospedale. L’obiettivo è sensibilizzare sempre più le donne sul tema della diagnosi precoce, invitandole a sottoporsi a controlli. Importanti i due incontri con la popolazione con una formula di confronto diretto per rispondere alle domande delle utenti e dare ulteriori informazioni, soprattutto sugli stili di vita da adottare”. Il traguardo raggiunto nei mesi scorsi dal Centro Senologico della Asl Lanciano Vasto Chieti con la Certificazione Eusoma, societa’ europea che riunisce gli esperti di senologia e definisce gli standard per diagnosi e terapia del tumore alla mammella, e’ stato confermato dalla visita di sorveglianza da parte degli esperti Eusoma, i quali hanno valutato “sul campo” il Breast Center dell’Azienda. Lo annuncia in una nota l’ufficio stampa della Asl 2 Lanciano Vasto Chieti. “Il Centro Senologico della Asl Lanciano Vasto Chieti e’ l’unico centro in Abruzzo ad avere ricevuto questo riconoscimento internazionale e l’ottavo in Italia, dopo i centri di Milano, Bologna, Rimini, Catania, Bolzano e i due di Pavia”, sottolinea la nota. “Merito del Centro Senologico e’ avere istituito un percorso dedicato alle pazienti con cancro alla mammella, che prevede la presa in carico della paziente durante tutto l’iter diagnostico-terapeutico dal sospetto clinico al follow up. Il percorso ha previsto un team multidisciplinare di esperti (gruppo GICO) composto da chirurgo, oncologo, anatomo-patologo, radiologo e radioterapista che si riunisce settimanalmente per definire il trattamento e il percorso post-operatorio di ogni paziente, deciso caso per caso: ogni donna, quindi, ha un trattamento personalizzato. Del team fanno parte anche le infermiere case manager, le quali fanno da ponte tra i medici e la paziente, di cui diventano un vero e proprio punto di riferimento”, continua la nota Asl2. “Uno dei parametri da rispettare per mantenere la certificazione europea e’ operare almeno 150 nuovi casi di carcinoma all’anno. Il Breast Center della Asl Lanciano Vasto Cheti, diretto dal professor Ettore Cianchetti, e’ ben al di sopra dei requisiti richiesti avendo preso in carico lo scorso anno 513 donne con cancro mammella. Nei primi otto mesi del 2015 sono gia’ 400 le donne con diagnosi di cancro sottoposte a intervento chirurgico”, conclude la nota.