The news is by your side.

ll direttore generale dell’Università di Chieti a giudizio per violazione della privacy

Chieti. Il gip del Tribunale di Chieti, Antonella Redaelli, ha disposto l’imputazione coatta, per i reati di diffamazione e violazione della privacy, nei confronti di Filippo Del Vecchio, direttore generale dell’Universita’ degli Studi “Gabriele d’Annunzio” di Chieti-Pescara. Del Vecchio università Chietie’ accusato di aver diffuso via e-mail a tutto il personale dell’Ateneo un documento denominato analisi utilizzo fondo accessorio 2001-2013, poi pubblicato sul sito web dell’universita’, nel quale erano inseriti i nominativi dei dipendenti che avrebbero ricevuto indebite erogazioni di compensi accessori. Secondo il giudice la pubblicazione dei nominativi, oltre un centinaio, e delle somme accessorie, ha determinato una illecita diffusione di dati personali offrendo, peraltro, una immagine del personale legato ad un sistema di malaffare istituito dalla precedente dirigenza generale in quanto i benefici erogati sarebbero stati definiti da Del Vecchio come non previsti ne’ da leggi ne’ da contratti. La vicenda giudiziaria scaturisce dall’opposizione presentata dalle parti offese alla richiesta di archiviazione della Procura di Chieti.