The news is by your side.

Lo chef Cannavacciuolo dimentica la paternità dell’arrosticino. Scoppia la protesta

L’Aquila. Durante una puntata di Master Chef Italia lo chef partenopeo Antonino Cannavacciuolo dimentica il nome dell’arrosticino abruzzese e lo scambia per uno spiedino napoletano. Il famoso Chef avrebbe così smontato pubblicamente l’orgoglio abruzzese attentando alle origini di un mito, simbolo culinario della regione verde d’Europa. Chef Antonio CannavacciuoloMa la protesta degli abruzzesi non si è fatta attendere in quella che ha tutta l’aria di essere una guerra tra Abruzzo e Campania combattuta  a suon di social network. Sarebbe come apostrofare a semplice mozzarella la famosissima ‘Zizzona di Battipaglia’. Ad annunciare l’affronto subito nell’orgoglio abruzzese è la pagina Facebook Abbruzzo di Morris che in un post, in cui tagga lo chef, scrive: ‘Chef Antonio Cannavacciuolo volevamo dire che gli #arrosticini sono abruzzesi, chieda scusa e nessuno si farà male. A!’. In poco tempo il popolo abruzzese si è scatenato riempendo la pagina con una valanga di commenti di ogni genere, per lo più dialettali, in cui si rivendica l’Abruzzo quale patria unica e sola dell’arrosticino. ‘Lo sappiamo che vi state #sheepstormando sotto … ma state calmi, diamo al signor Cavaturacciolo la possibilità di spiegarsi… sennò scateniamo la#RajaNer’, ma le scuse dello Chef non arrivano e nell’ultimo post la guerra è aperta: ‘il signor Antonino Cannavacciuolo dopo la nostra richiesta di chiarimenti ha pubblicato un nuovo post senza scuse verso il nostro ‪#‎Abbruzzo‬. DICHIARO UFFICIALMENTE APERTO LO ‪#‎SHEEPSTORM‬ Si profila un Abbruzzo VS Napoli in cui le possiamo prendere, e si parla di coltellate. Cannavacciulo ‪#‎MasterCess‬… questo il grido di battaglia, chiudetegli quella … di paggina!’. La guerra, fino all’ultimo arrosticino, è appena cominciata. @fededimarzio84