The news is by your side.

L’ospedale di Atri presidio Covid-19, il sindaco scrive a Marsilio: fateci sapere misure sicurezza per operatori

Teramo. “Preso atto che l’ospedale San Liberatore di Atri è stato individuato come nosocomio Covid-19, non posso esimermi dal richiedere, quale massima autorità sanitaria locale, di avere contezza immediata delle misure di sicurezza adottate e adottande a tutela degli operatoti sanitari e dei pazienti presenti presso la struttura ospedaliera. Nello specifico si chiede che vengano comunicati i protocolli e le procedure adottate in tutte le tipologie di casi prevedibili (gestione dei pazienti, diversi livelli di gravità, dispositivi di protezione individuali, sanificazione degli ambienti ecc) e che i protocolli siano caratterizzati da indicazioni chiare con l’obiettivo di limitare al minimo l’ambito discrezionale degli operatori e adottare comportamenti standardizzati”.

Questo, in sintesi, il contenuto della lettera inviata dal sindaco di Atri, Piergiorgio Ferretti al presidente della Regione, Marco Marsilio. “Si chiede inoltre”, conclude il primo cittadino nella lettera”, di conoscere il potenziamento dell’organico sanitario sia in termini quantitativi sia qualitativi anche in considerazione del fatto che tale emergenza richiede la presenza di personale specialistico non presente attualmente nel presidio ospedaliero di Atri”.