The news is by your side.

L’Osservatorio astronomico d’Abruzzo aderisce alla Notte europea dei Ricercatori per divulgare la cultura scientifica in modo ludico e informale

Teramo. L’Osservatorio Astronomico d’Abruzzo (OAAb), una delle strutture di ricerca dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), aderisce alla manifestazione “Notte Europea dei Ricercatori 2019” che si svolgerà il 27 settembre. L’iniziativa, promossa dallo European Research Council, coinvolgerà migliaia di ricercatori europei.

Scopo dell’evento è incontrare il pubblico per promuovere la diffusione della cultura scientifica ed illustrare le professioni della ricerca in un contesto informale e ludico. L’INAF-OAAb organizza una serata pubblica che si svolgerà presso i locali della sede storica dell’Osservatorio, a Collurania. A partire dalle ore 17 e fino alle 23 di venerdì 27 settembre, il pubblico potrà visitare i laboratori didattici ed il museo storico dell’Osservatorio. Nel corso della manifestazione sarà possibile effettuare, con
l’assistenza di alcuni ricercatori, osservazioni del Sole e successivamente del cielo notturno mediante i telescopi dell’INAF-OAAb, e porre domande ai ricercatori dell’Osservatorio per soddisfare le proprie curiosità scientifiche.

Sono previste due conferenze interattive, aventi per argomento: alle 19:00 – “Un Universo… da paura!” tenuta dal Prof. Santi Cassisi; alle 21:00 – “Il lato oscuro dell’Universo: dai buchi neri alla materia oscura” tenuta dal Prof. Oscar Straniero. Dal momento che le due conferenze e le osservazioni si svolgeranno nel parco dell’Osservatorio, tali attività saranno annullate in caso di pioggia.
La partecipazione alle attività proposte è gratuita, per motivi organizzativi è obbligatoria la prenotazione da effettuarsi telefonicamente al numero 0861.439708 dalle 09:00 alle 15:00. Non sarà consentito l’ingresso con autoveicoli all’interno del parco. Ulteriori informazioni sull’evento sono disponibili sul sito web http://www.oa-abruzzo.inaf.it/notte-europea-dei-ricercatori-2019/.

Sottolineando il carattere abruzzese della ricerca astronomica, i ricercatori dell’INAF-OAAb saranno presenti anche a L’Aquila nell’ambito del progetto SHARPER, che vede la partecipazione di numerosi istituti di ricerca ed Università per l’analogo evento pubblico per la Notte Europea dei Ricercatori. Il programma dettagliato è disponibile sul sito web: http://www.sharper-night.it/sharper-laquila/