The news is by your side.

Luca Abete di Striscia la notizia al Campus di Chieti per il tour #NonCiFermaNessuno

Luca Abete di Striscia la notizia (2)Chieti. L’inviato di Striscia la notizia Luca Abete ha incontrato ieri nel pomeriggio gli studenti dell’università di Chieti presso l’aula 1 del polo didattico di Lettere per la seconda edizione del Tour #NonCiFermaNessuno. Il progetto, promosso nelle università e scuole di tutta Italia, ha quest’anno una finalità benefica: selfie in cambio di pacchi di pasta per il Banco Alimentare. L’obiettivo principale del format è creare un canale di connessione tra il mondo del lavoro con quello dell’istruzione e motivare i giovani a costruirsi delle opportunità per il futuro. Il Campus Universitario ha ospitato un’area riservata ai desk dell’iniziativa e delle aziende partner che partecipano al progetto offrendo gadget, informazioni e possibilità di inserimento lavorativo. Inoltre, lo staff si è impegnato a raccogliere, attraverso un questionario in forma anonima, dati per una ricerca sociologica a cura del Centro ricerche Impresapiens dell’Università La Sapienza, volta a costruire un identikit aggiornato degli studenti universitari italiani. Durante l’evento in aula l’inviato di Striscia la notizia, partendo dalla sua esperienza personale, ha interagito con centinaia di studenti dando loro consigli concreti e diretti per affrontare la vita con ottimismo e incitandoli a non arrendersi davanti alle difficoltà. Il tutto intervallato da video e selfie. In un mondo sempre più vittima dell’ingranaggio dare-avere, la lezione più prepotente è quella del dare senza ricevere nulla in cambio. È la legge del clown così l’ha definita Luca Abete, ricordando gli esordi della sua carriera. «Ognuno ha il proprio sogno. È un diritto- dovere per ognuno avere il proprio. E anche se spesso sentiamo ripeterci di lasciar perdere, proprio allora non bisogna arrendersi. Nella vita servono i risultati. Lavorate sui vostri limiti e sperimentate sempre. La vita saprà come sorprendervi quando meno ve l’aspettate». Una società bombardata dal prototipo del migliore ha spesso riscontri negativi perché durante il percorso si possono verificare incidenti ma «solo se si ha un approccio vincente nei confronti della vita la difficoltà non sembrerà così insormontabile. Più si è preparati meglio è». Verso la conclusione dell’incontro è stato proiettato un video che omaggiava la tenacia dell’atleta Derek Redmond, costretto da un terribile strappo a interrompere la sua corsa alle Olimpiadi del 1992. Il campione non si arrese e portò a termine la gara saltellando. Riflettendo sull’esempio di Redmond, l’inviato torna a ribadire: «non bisogna unificarsi alla massa, bisogna essere guidati dalla passione». Un’ovazione di applausi ha investito l’aula del polo universitario e ha ringraziato Luca Abete per la costruttiva lezione di positività. Ricordando una celebre frase di Muhammad Ali “Dentro un ring o fuori non c’è niente di male a cadere. È sbagliato rimanere a terra”. Ulteriori informazioni sul tour sono disponibili agli indirizzi: www.noncifermanessuno.net, https://www.facebook.com/noncifermanessuno, https://twitter.com/noncifermanessuno, https://instagram.com/noncifermanessuno Roberta Baldassarre