The news is by your side.
10M

Mamma 32enne morta in un incidente, convalidato arresto di un giovane aquilano. 22enne ai domiciliari

Arresto scattato dopo che gli esami avevano dimostrato un alto tasso alcolemico

L’Aquila. In un’udienza che si è svolta nell’ospedale San Salvatore dell’Aquila, dove era piantonato da domenica pomeriggio, il gip del tribunale dell’Aquila Giuseppe Romano Gargarella ha convalidato l’arresto, disponendo i domiciliari nella sua abitazione di Montereale, per il 22enne Mario Marini, accusato di omicidio stradale, primo caso nell’Aquilano. Il giovane all’alba di domenica si è scontrato frontalmente con l’auto condotta da Serena Durastante, la 32enne mamma di Cesaproba, frazione di Montereale che ha perso la vita nel violento impatto avvenuto sulla Statale 260 Picente, tra i comuni di Pizzoli e Cagnano Amiterno.

L’arresto è scattato in seguito al fatto che, dopo il ricovero in ospedale, gli esami avevano dimostrato un elevato tasso alcolemico: secondo le indagini, peraltro ancora in corso, condotte dai carabinieri, proprio guidando ubriaco, il 22enne studente di ingegneria che tornava da una festa di laurea, avrebbe invaso la corsia andando a sbattere contro l’auto della sfortunata ragazza, mamma di due figli, che andava a lavorare in una casa di riposo di Barete.

Il giudice ha concesso i domiciliari perché Marini è incensurato. Dopo la convalida, lo studente è stato dimesso ed è stato trasferito nella sua abitazione. Intanto, proprio nel giorno dell’udienza di convalida, si sono svolti i funerali della 32enne: l’ultimo saluto, in un clima di grandissima commozione, le è stato tributato nella chiesa delle Anime Sante di Cesaproba, frazione del comune di Montereale, dove viveva con la sua famiglia.