The news is by your side.

Mancano due mesi e si scaldano i motori, conosciamo meglio il progetto “Abruzzo per Expo”

Pescara. Una mostra delle eccellenze dentro Padiglione Italia, una “Casa vetrina” di prestigio aperta a tutti nel cuore di Brera, eventi tematici di qualità da maggio a ottobre nei punti nevralgici di Milano. A meno di due mesi dalla grande Esposizione Universale sui temi dell’alimentazione e della nutrizione che ospiterà a Milano dal 1 maggio al 31 ottobre 145 Paesi del mondo e le più avanzate istituzioni2015_03_02_D_ALESSANDRO_PRESENTAZIONE_ABRUZZO_A_EXPO_2015_02-1080x675 internazionali, l’Abruzzo scalda i motori per vincere la sfida più importante: coinvolgere tutto il territorio e rendere ogni cittadino abruzzese consapevole e perciò protagonista di un appuntamento straordinario e unico. Il progetto completo è stato presentato dal consigliere delegato per l’Expo Camillo d’Alessandro,  affiancato dal rettori dell’Università di Teramo, Luciano D’Amico, dal capo del Dipartimento della Facoltà di Architettura di Pescara, Paolo Fusero, dal prof. Alfonso Pierantoni dell’Università di L’Aquila, dai presidenti delle Camere di commercio di Pescara e Chieti, Daniele Becci e Silvio Di Lorenzo, dal presidente di Abruzzo Sviluppo, Giuseppe Cetrullo e da Marco Alessandrini, delegato Anci regionale per Expo. “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” è il tema conduttore che attraversa tutti gli eventi organizzati sia all’interno che all’esterno del Sito Espositivo di Milano. Un’occasione irripetibile per valorizzare l’immagine dell’Abruzzo Regione dei Parchi, con tutte le suggestioni e correlazioni relative ad una parola chiave dell’Expo: sostenibilità; e poi l’Abruzzo Patria dei Cuochi, un messaggio che evoca storia, educazione alimentare, passione per il cibo e per una natura da curare, rispettare e trasformare utile dell’uomo. Forte di questa identità e vocazione, l’Abruzzo si candida perciò ad essere un protagonista di Expo Milano 2015 e intende farlo con un progetto ambizioso, carico di idee, strategie, azioni studiate per presentare al meglio agli oltre 20 milioni di visitatori previsti l’ eco-sistema Abruzzo, ricco di identità alimentari, culturali, economiche e scientifiche e biodiversità naturalistiche e ambientali. A Milano tutto avrà inizio giovedì 23 aprile con “Anteprima AbruzzoExpo”, una serata-evento per la stampa e poi aperto alla città, organizzato nella splendida cornice delle TERME DI MILANO per raccontare il palinsesto della presenza della Regione a Expo e per creare curiosità su tipicità ed eccellenze abruzzesi. Sarà CASA ABRUZZO il perno attorno cui orbiteranno tutte le iniziative previste per i 6 mesi di Expo. Dal 1 maggio al 31 ottobre a Spazio Fiori Chiari in Brera, in una delle vie più affascinanti e di grande flusso pedonale della città, un locale di 170 metri quadrati e 6 vetrine disposto due livelli, sarà la sede permanente dell’Abruzzo nella Milano dell’Expo. Una “Casa Vetrina” a disposizione di imprese, istituzioni, associazioni dove poter organizzare gratuitamente presentazioni, incontri B2B, eventi culturali e degustazioni per raccontare creazioni e prodotti. A partire dall’inaugurazione prevista sabato 2 maggio 2015, CASA ABRUZZO sarà la cornice ideale per promuovere il sistema delle tipicità regionali, le potenzialità dei Poli d’innovazione, il sistema imprenditoriale e turistico-culturale della Regione Abruzzo grazie anche alla presenza permanente di allestimenti e materiali dedicati alla valorizzazione del territorio abruzzese. Con il presidio costante del sistema camerale abruzzese, a Spazio Fiori Chiari si susseguiranno incontri ed eventi organizzati da istituzioni, poli d’innovazione, dalle proloco regionali e dalle DMC per la promozione e valorizzazione delle eccellenze territoriali. Attorno al centro, geografico e organizzativo, rappresentato da CASA ABRUZZO si svilupperanno alcuni eventi tematici di qualità organizzati in altre 2 importanti location, già sede degli eventi di “Expo in città” (programma di Comune e Camera di Commercio di Milano che sarà divulgato da Expo): PALAZZO DELLE STELLINE e CHIOSTRO ANTICO DELL’UMANITARIA.