The news is by your side.

Marciapiedi sconnessi e pista ciclabile deteriorata,il Pd a San Salvo: il centrodestra lavori per il bene della città

Chieti. Senso di concretezza, responsabilità e lealtà verso i cittadini è quello che il Pd di San Salvo reclama alle liste di maggioranza di centrodestra, ponendo l’ attenzione su una realtà dei fatti diversa da quella descritta dalla maggioranza. “Nessuna ansia di potere, lavoriamo per il bene della città. Tranquillizziamo le liste di maggioranza di centrodestra che il Pd non ha nessuna ansia di potere”, così dichiara il partito di centrosinistra, in quota Pd,”ma che nel suo ruolo di opposizione sta solo cercando di spronare l’amministrazione comunale di centrodestra ad operare ed intervenire visto il loro lungo letargo che oramai supera il quinquennio. La realtà dei fatti purtroppo non è assolutamente quella descritta dalla maggioranza. La realtà parla di pali della luce logori e pericolanti (ricordiamo che per poco non si è sfiorata una tragedia e che solo allora l’amministrazione è intervenuta)”.

“La realtà”, continua il Pd,” parla di marciapiedi sconnessi, aiuole non curate, pista ciclabile deteriorata e sporca, manti stradali inesistenti (andare in giro con la macchina è oramai diventata un’impresa. Per schivare una buca si è costretti a prendere quella successiva), pavimentazione della villa comunale rotta e pericolosa per chi vi passeggia, lungomare sporco e abbandonato, aree verdi dei bambini non curate e soprattutto nessuna idea programmatica di crescita e sviluppo. Questa è la realtà. Inoltre, dall’ennesimo elenco delle cose fatte e riportato dalle liste di maggioranza non possiamo che ringraziare nuovamente la precedente giunta regionale a guida a centrosinistra che ha permesso la realizzazione di gran parte delle opere realizzate a San Salvo (il nuovo polo scolastico è stato finanziato per la metà dal decreto “buona scuola” di Renzi).Senso di concretezza, responsabilità e lealtà verso i cittadini è dunque quello che devono mostrare le liste di maggioranza di centrodestra perché a gettar fumo negli occhi dei cittadini sono sempre e solo loro”.

“Pertanto scelte oneste e soprattutto di prospettiva e crescita della città è quello che devono fare perché i segni di decadimento della città iniziano a vedersi palesemente. Nessuna dunque denigrazione e distruzione della città. Chi la sta distruggendo”, dichiara ancora il Pd,” è solo l’amministrazione comunale di centrodestra che continua a girare la testa dall’altra parte. In merito inoltre ai consensi elettorali ribadiamo ancora una volta che i risultati ottenuti li conosciamo bene, ma andiamo avanti a testa alta rimanendo fedeli al partito democratico e non, come hanno fatto molti amministratori di centrodestra, uscendo allo scoperto per una “poltrona” o cambiando addirittura casacca. Il nostro obiettivo è certamente quello di tornare ad amministrare la città con un centrosinistra unito e coeso perché abbiamo a cuore San Salvo e non possiamo più lasciarlo in mano a questa deludente e inconcludente amministrazione di centrodestra. Stiamo lavorando in questa direzione. Stiamo dialogando con tutte le forze del centrosinistra e presto raccoglieremo i frutti del nostro lavoro”.

“Le liste di maggioranza dunque invece di pensare ai consensi del Pd pensino a quel miserissimo 8,57% ottenuto alle regionali del 2019 dal vicesindaco Maria Travaglini candidata con Forza Italia e supportata dal sindaco Tiziana Magnacca che, abbandonato il finto civismo nel quale si è sempre mascherata, è uscita allo scoperto schierandosi, in quella tornata elettorale, nel suo partito di sempre: Forza Italia. Riscontrati poi i miserissimi consensi “, conclude il Pd,” ha abbandonato il suo partito cambiando casacca e provando a cavalcare l’onda della Lega. Le liste di maggioranza pensino dunque più alla città e meno ai consensi, perché quest’ultimi “salgono e scendono”. E quelli della Magnacca e della sua maggioranza hanno già dimostrato nei fatti una rovinosa e dolorosa caduta”.