The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Reddito di cittadinanza, Marcozzi: abbiamo cambiato l’Italia e sconfiggeremo la povertà

L’Aquila. Il M5S brinda a quella che considera una svolta storica: l’approvazione, dal parte del governo in carica, del tanto acclamato “reddito di cittadinanza”. La manovra, dal valore di 33 miliardi, indirizzati al finanziamento della “Flat Tax” e del reddito e pensione di cittadinanza, consentirà, inoltre, di lasciarsi alle spalle la legge Fornero, arrivando nel giro di 3 anni (questa la previsione) a portare il deficit al 2,4%.

“E’ vero, si tratta di una svolta storica per il nostro paese. Da ieri l’Italia è cambiata, grazie a un testo che prende in considerazione i bisogni dei cittadini”, ha dichiarato con entusiasmo Sara Marcozzi, candidata presidente del M5S alla regione Abruzzo. “Toglieremo dalla povertà e da uno stato d’indigenza circa 7milioni di cittadini. Aspetto, questo, che in uno stato civile, quale l’Italia si vanta di essere, non è minimamente pensabile. Siamo solo all’inizio, non è uno slogan, ma siamo molto soddisfatti. Il governo si è insediato da sei mesi e ci sono ancora molte cose sono da portare avanti in favore dei cittadini”

Beneficiari della manovra saranno principalmente i giovani che faticano a entrare nel mondo del lavoro, i disoccupati e gli anziani pensionati minimi che sono al di sotto della soglia di povertà. “E’ un provvedimento che darà ossigeno e speranza a numerose famiglie in difficoltà. Sono fiduciosa sul fatto che i risultati arriveranno con la sua applicazione. Inoltre si rimetterà in movimento un circolo virtuoso dato che sarà immessa liquidità nelle tasse dei cittadini. Questo consentirà loro di spendere e, quindi, far muovere l’economia nazionale”

In chiusura, però, nonostante il tema delicato, c’è spazio anche per una battuta che fa trapelare tutto l’entusiasmo di un movimento cresciuto anno dopo anno e che adesso si appresta a realizzare i propri obiettivi. Qualche giorno fa, il deputato grillino Massimo Baroni, psicoterapeuta e membro della commissione affari sociali della Camera, intervenuto a Tg Zero di Radio Capital, ha rivelato – con un concetto molto poco formale, a dire il vero – che ” il reddito di cittadinanza può stimolare anche il sesso”. Marcozzi, divertita, ha risposto: “beh, si, gli effetti sono a tutto tondo”. A volte, gettare un pò d’acqua sul fuoco, non è poi così sbagliato.