The news is by your side.

Maresciallo dell’esercito muore sull’autostrada mentre torna in caserma all’Aquila

Carsoli. Reggimento alpini dell’Aquila a lutto per la scomparsa improvvisa del sottoufficiale dell’esercito, Emanuele Amoruso, 45enne, originario di Torino.

Amoruso era in stanza all’Aquila da circa due anni nella compagnia 119.

Ieri sera era di ritorno da Roma dove era impegnato nell’operazione “Strade sicure” quando si è sentito male ed è sceso dall’auto per chiedere aiuto, nella corsia d’emergenza.

L’intervento è stato svolto al chilometro 34 tra i caselli di Vicovaro-Mandela e Carsoli dove è arrivato da Roma l’elisoccorso. All’inizio era stata segnalata un’auto in avaria. I sanitari hanno cercato in tutti i modi di rianimare il maresciallo ma purtroppo non c’è stato nulla da fare.

Il traffico è stato bloccato per circa mezz’ora e gestito dagli agenti della polizia stradale. Amoruso è stato trasferito nell’obitorio dell’ospedale di Tivoli.

Sergente istruttore a Chieti era poi approdato all’Aquila da tempo. La sua immagine è apparsa nel gruppo Facebook “Militare semplice” che raccoglie amici dei militari dell’esercito e oltre 500 persone hanno lasciato un ricordo del sottoufficiale, apprezzato per le sue doti umane e per la sua dedizione alla vita militare.

Amoruso lascia una figlia e tutti i colleghi alpini che oggi piangono la sua morte improvvisa.