The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Masci ha la ricetta vincente: amo Pescara, subito un rapporto più intimo con i suoi cittadini

Pescara. ”Il profondo affetto che ho per Pescara, la città che amo, è stato generosamente ricambiato dai pescaresi che mi hanno voluto sindaco già al primo turno e ai quali va il mio più sentito ringraziamento per l’appoggio e la fiducia”. Inizia così il commento di Carlo Masci, neo sindaco di Pescara in quota centrodestra, rivolto ai cittadini.

”Dire loro “grazie” è un gesto dovuto ma soprattutto voluto, perché solo così posso esprimere i miei sentimenti all’indomani del responso delle urne, che ha suggellato una  campagna elettorale intensa, fianco a fianco con i miei concittadini che ho incontrato in ogni luogo e in ogni circostanza. Da tutti loro è arrivato un contributo significativo che mi ha permesso di avere una fotografia quanto più esatta possibile delle criticità, delle risorse, delle potenzialità, delle aspirazioni, per dare avvio a un concreto rilancio della città.

Da oggi si volta pagina. Il Comune a guida centrodestra sarà la casa dei pescaresi, che avranno in noi un sicuro punto di riferimento, inaugurando un nuovo rapporto tra amministrati e amministratori. Ripartiremo dalle periferie per arrivare al centro e ridare a Pescara il volto di una città moderna, solidale, aperta al futuro, dove è bello vivere. La mia città, la nostra città.

Sono diventato sindaco di Pescara, voglio essere il sindaco dei pescaresi. Qualsiasi buona idea che possa aiutare la città a crescere troverà ascolto, aiuto, appoggio. Farò tesoro anche delle critiche perché, se non strumentali, possono essere uno stimolo a fare di più e meglio. Io ci metto l’entusiasmo e l’esperienza, ai pescaresi chiedo di darmi una mano. Insieme possiamo farcela. Cari concittadini vi ringrazio ancora per ieri e per il domani, per vincere dopo le elezioni anche le sfide del futuro”.