The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Mastrilli: Mastromauro ha ridotto Giulianova al degrado. Ha abbandonato la nave dopo aver fatto solo danni

Giulianova. “Si è chiusa sabato, con le dimissioni irrevocabili del sindaco Mastromauro, una delle peggiori pagine della politica giuliese degli ultimi 50anni. Di questa stagione ricorderemo gli arresti e le condanne nel settore tecnico urbanistico e l’aver ridotto al degrado uno splendido paese, qual è Giulianova, per natura e storia”, dichiara l’esponente della Lega, Gianni Mastrilli.

“Mastromauro, da pessimo capitano, ha abbandonato la nave nel momento peggiore. Per giunta, dopo aver istituito, come ultimo atto, la tassa di soggiorno e aver portato le aliquote fiscali al suo massimo livello. Per non parlare delle scuole e degli edifici pubblici che non si reggono in piedi, con lavori fatti male e quindi da rifare nuovamente. Capitolo a parte meriterebbero le strade, su tutti si guardi al Corso, che sono dissestate e male illuminate. Il Porto abbandonato e l’Ospedale smantellato fino all’ultimo reparto”.

“Senza vergogna fa ancora promesse, annunciando investimenti pre campagna elettorale. Mi auguro che i giuliesi si ricordino di tutto questo scempio quando saranno chiamati a votare alle prossime elezioni sia regionali che comunali.
La Lega vuol tracciare la via maestra e si pone come guida per riportare, tra molte difficoltà, questo Paese al buon senso e alla normalità, con l’attenzione e la cura di un buon padre di famiglia. Solo così potremo garantire un futuro migliore ai nostri figli”.

Mastrilli rincara la dose affermando: “saremo protagonisti alle prossime consultazioni con una squadra sorprendente, fatta di professionisti in ogni settore. Cercheremo di dare soluzioni ai molti problemi che affliggono questa splendida città. Certo, ci saranno ancora giorni duri da superare con l’avvento del Commissario e i relativi aumenti di tasse per far quadrare i conti lasciati in disastro dal nostro Sindaco, per altro attenzionati anche dalla Corte dei Conti”.