The news is by your side.

Maxi sequestro di tabacco di contrabbando, blitz della Finanza in un casolare adibito a deposito clandestino

Avezzano. Tabacco di contrabbando sequestrato durante un  blitz della Finanza in un casolare adibito a deposito clandestino.

È stato messo a segno  ad Avezzano, alla periferia della città,  dove sono stati scoperti numerosi quintali di materiale, nella zona ai  piedi del Monte Salviano. Nel caso risultano indagate tre persone,  D.F., 60 anni, di Avezzano, e S.T., 46, di Celano, nei confronti dei quali c’è un avviso di garanzia emesso dalla procura di Avezzano con l’accusa di contrabbando di tabacchi e detenzione di tabacchi senza autorizzazione, oltre a una terza persona, E. B., 61 anni, di Avezzano.

L’operazione è stata avviata  dalla guardia di finanza di Rieti insieme alle fiamme gialle di Avezzano, guidate dal comandante Luigi Falce. Hanno fatto irruzione visto che a quanto pare erano sulle tracce dei presunti responsabili da diversi giorni. Una volta all’interno hanno trovato una grossa quantità di materiale. Si tratterebbe, secondo l’accusa del sostituto procuratore della repubblica di Avezzano Maurizio Maria Cerrato, di tabacco grezzo.

Il sequestro è stato avviato e sarà concluso nelle prossime ore e da una prima stima si parla già di circa 30 quintali. L’indagine sarebbe scattata proprio dopo un sequestro eseguito dai carabinieri della compagnia di Avezzano nei confronti di un altro avezzanese. Un sequestro avvenuto circa una settimana fa quando i militari dell’arma hanno fermato il terzo uomo, il 61enne, a  un posto di blocco mentre era alla guida parlando al telefonino. Hanno eseguito una perquisizione nell’auto e sono saltati fuori scatoloni e sacchi contenenti foglie di tabacco. Quasi un quintale di merce. L’imprenditore di 61 anni è difeso dall’avvocato Carmelo Occhiuto mentre il 60enne dall’avvocato Mario Del Pretaro.