The news is by your side.

Mazzocca a Bruxelles sigla nuovo patto sindaci per il clima e l’energia

L’Aquila. Si è tenuta all’Emiciclo del Parlamento Europeo, la “Joint Ceremony” per la sigla del nuovo “Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia”. L’evento ha visto la partecipazione di diversi sindaci italiani (Dario Nardella, Firenze) tra i quali gli abruzzesi Robert Verrocchio (Pineto) e Francesco Comignani (Silvi).mazzocca La Regione è stata rappresentata dal Sottosegretario all’Ambiente Mario Mazzocca, che ha evidenziato gli impegni assunti dagli organismi intermedi (Regioni) per il coordinamento dei sindaci per lo sviluppo del patto e il monitoraggio del corretto avanzamento delle attività previste. Nel documento, si legge, i sindaci condividono la necessità di un’azione comune volta ad affrontare le sfide connesse alla mitigazione degli effetti conseguenti ai cambiamenti climatici e strategie di adattamento e impegno di processi di produzione di energia sostenibili. Insieme, Comuni e Regioni, si dichiarano pronti ad adottare misure concrete a lungo termine che forniscano un contesto stabile, dal punto di vista ambientale, sociale ed economico, per le generazioni presenti e quelle future. “E’ nostra responsabilità collettiva” interviene il Sottosegretario Mazzocca “lavorare affinché i nostri territori siano vivibili, resilienti, attrattivi e ad alta efficienza energetica. Il cambiamento climatico è già in corso ed è una delle principali sfide globali del nostro tempo; esige un azione immediata e la cooperazione tra autorita’ locali, regionali e nazionali di tutto il mondo”. Nell’ambito del documento siglato è presente una “Tabella di marcia” comune articolata in tre fasi: 1) Avvio del processo mediante la preparazione di un “Inventario delle Emissioni” e di una specifica “Valutazione dei Rischi del Cambiamento Climatico” con conseguente redazione del PAESC (Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima” 2) Definizione degli obiettivi strategici e pianificazione delle attiivta’ entro due anni dall adesione al Patto 3)Monitoraggio, con specifici rapporti periodici, dei progressi compiuti nell’attuazione del PAESC.