The news is by your side.
10M 2
10M

Mercato etnico, domani i negozi del centro a lutto per protesta con la consegna delle palme della legalità

Pescara. “L’apertura del mercato fintamente etnico sotto il tunnel ferroviario domani rappresenterà una pagina luttuosa per la storia di Pescara, la morte della legalità stessa. Per questo, esattamente come nel lutto, tutti i negozi del centro cittadino domani, domenica, dalle 17.30 alle 17.45, ovvero in contemporanea con l’inaugurazione del tunnel, spegneranno le luci e la musica nelle proprie attività”. Lo annunciano i consiglieri comunali di centrodestra, insieme ai commercianti e ai cittadini del comitato #NoMercatoEtnico, che stamani hanno illustrato le iniziative previste per domani – giorno dell’inaugurazione del mercato – davanti ai cancelli ancora chiusi del tunnel che ospiterà le bancarelle.

All’iniziativa hanno partecipato il presidente del Consiglio regionale dell’Abruzzo, Lorenzo Sospiri, i consiglieri uscenti della Lega Vincenzo D’Incecco e Marcello Antonelli, l’ex consigliere di circoscrizione Benedetto Gasbarro e il coordinatore del Comitato Marco Forconi, di Fratelli d’Italia, oltre a Marina Dolci, per i commercianti, e Isabella Martello, sorella di Anna Carlini, la donna stuprata e uccisa sotto il tunnel ferroviario. Contestualmente all’inaugurazione, oltre alle iniziative portate avanti dai commercianti, domani gli esponenti del centrodestra, da sempre contrari al mercato, distribuiranno su corso Umberto le ‘palme della legalità’, “in segno di rispetto per la festività della domenica delle palme, una data infelice e irrispettosa scelta per il taglio del nastro dall’amministrazione Alessandrini”.