The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Metropolitana, Corte dei Conti respinge richiesta di parere del Comune dell’Aquila

L’Aquila. Si fa sempre più intricata la vicenda legata alla mai nata metropolitana di superficie all’Aquila. La sezione consultiva della Corte dei conti abruzzese ha respinto la richiesta di parere inoltrata dal segretario generale del Comune dell’Aquila, Carlo Pirozzolo, sulla metro l'aquilatransazione tra amministrazione e imprese per la mancata realizzazione della metropolitana di superficie. A darne notizia il sindaco Massimo Cialente, che ha spiegato come la magistratura contabile abbia sentenziato di poter fornire pareri solo di carattere generale e non su questioni puntuali. Cialente ha poi annunciato di voler rimettere al presidente del Consiglio, Carlo Benedetti, e al presidente della prima commissione bilancio, Giustino Masciocco, i passi successivi da compiere. Il Comune è in contenzioso con l’impresa Cgrt dell’imprenditore aquilano Eliseo Iannini dopo aver annullato nel 2009, a causa del niet dell’Unione europea, la concessione per costruire la tramvia del valore di 30 milioni di euro, mai terminata e attivata. Contro questo provvedimento l’impresa ha fatto ricorso al Tribunale amministrativo regionale (Tar), perdendo, ma la volontà politica più volte ribadita dal sindaco è sempre stata quella di transare. Il parere della sezione consultiva della Corte dei conti sarebbe stato perciò il quinto ma ora Cialente dovrà prendere le sue decisioni senza i giudici contabili. Il Comune si è spinto a offrire al massimo 6,5 milioni di euro per chiudere la vicenda, offerta rifiutata dall’imprenditore che da quanto appreso parte da una base di 30 ed è disposto a scendere ma non fino a quel punto. Per proseguire il dialogo, gli avvocati di Cgrt Massimo Manieri e Claudio Verini hanno aperto un’istanza di mediazione con l’amministrazione. A complicare ulteriormente il quadro c’è il fatto che la procura della Repubblica ha aperto un’inchiesta penale sul caso-transazione, sequestrando anche documenti in Comune.