The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Migranti a Vasto: Governo nazionale irresponsabile sui controlli

Guerirno Testa (FdI): mancano adeguate verifiche sanitarie prima di trasferire così tante persone nei centri di accoglienza abruzzesi

Chieti. Cinque migranti, su 42, sono positivi al Covid-19.

“Prosegue l’irresponsabile azione del Governo nazionale sui controlli sanitari dei migranti in arrivo in Abruzzo da Lampedusa, per accertare la positività al Covid-19. E’ notizia di poche ore fa che già cinque migranti, dei 42 giunti al Continental di Vasto con attestazione di tampone negativo, sono risultati positivi, oltre ad un caso dubbio. Dopo i primi episodi verificatisi a Gissi, Pettorano sul Gizio, Moscufo, L’Aquila, Civitella del Tronto e in provincia di Chieti, scatenando grande allarme in tutta la Regione, ci aspettavamo il massimo rigore da parte del Governo nell’effettuare le adeguate verifiche sanitarie prima di trasferire così tante persone nei centri di accoglienza abruzzesi, e invece colpisce il pressapochismo con cui si continua ad operare, mettendo a repentaglio la salute pubblica regionale”, ha dichiarato il capogruppo di Fdi in Consiglio regionale, Guerino Testa.

“Tra l’altro, accade in un momento in cui la Regione è fortemente coinvolta sul fronte della riapertura
delle scuole, tema delicatissimo che necessita del massimo impegno e della più precisa sinergia tra istituzioni e sistema sanitario. Ma parallelamente l’Esecutivo giallorosso pensa bene di crearci problemi venendo meno a doveri fondamentali come garantire la sicurezza e la salute pubblica delle comunità. Va evidenziata la scrupolosa attività della Asl competente che, in via precauzionale, ha effettuato i tamponi sui 42 nuovi migranti, viceversa se ci si fosse fidati delle certificazioni fornite dal Governo nazionale, credo che sia chiaro a tutti cosa avremmo rischiato. Azioni sconsiderate che non
tutelano né i cittadini abruzzesi né gli stessi migranti. Bene abbiamo fatto, esattamente un mese fa, ad avanzare una risoluzione sul tema, prontamente recepita dal presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, che ha presentato alle autorità giudiziarie competenti un esposto denuncia al fine di accertare ogni responsabilità sui mancati controlli sanitari e sulla complessiva gestione dei migranti nella nostra regione. Con la risoluzione, inoltre, si chiede al Governo nazionale di adottare misure idonee a limitare il contagio nei territori, e volte al contrasto dell’immigrazione clandestina come il blocco navale. Di fronte ad un rischio così elevato di diffusione dei contagi, la posizione del Governo
nazionale, accompagnata dall’immobilismo del centrosinistra abruzzese, sono di una gravità inaudita, di cui di certo qualcuno dovrà rispondere”.