The news is by your side.

Migranti da Lampedusa in Abruzzo, tuona Bocchino (Lega): si chiariscano ripartizioni o sarà caos

La consigliera regionale chiede chiarimenti ai Prefetti: "stop a ingerenze e politica scellerata"

Vasto. Continua la polemica sui migranti che da Lampedusa in queste ore sono arrivati in Abruzzo. “Chiedo ai Prefetti competenti per provincia di chiarire il metodo delle ripartizioni dei migranti che, in questi giorni, stanno sbarcando sulle coste dell’Italia meridionale”, sottolinea così Sabrina Bocchino, consigliere regionale Lega, che scrive che “ne abbiamo abbastanza delle ingerenze romane e della politica scellerata in materia di immigrazione adottata dal premier Conte e dal ministro Lamorgese”.

“Il gruppo consiliare Lega Salvini Premier della Regione Abruzzo vuole vederci chiaro sui criteri distributivi adottati”. La querelle riguarda l’arrivo dei 55 migranti assegnati dal Viminale ai centri di accoglienza di Paterno e di Vasto. “Noi abbiamo l’obbligo di tutelare i nostri territori e le nostre comunità  non vorremmo mai che gli ‘incontrollati’ sbarchi possano generare nuove emergenze e criticità tali da trasferire altri clandestini”, conclude la consigliera regionale in quota Lega di Vasto, “casomai anche positivi al Covid19, nelle nostre province”.