The news is by your side.

Migranti e tunisini in fuga, arrivano i rinforzi. Ricercati anche ai confini con l’Abruzzo

Isernia. Continuano le ricerche della donna e del giovane spariti dal centro di accoglienza a Isernia. La Prefettura ha chiesto rinforzi al ministero dell’Interno e già nelle prossime ore è previsto l’arrivo da Napoli di una ventina di agenti del Reparto Mobile della Polizia, in aggiunta ai servizi svolti dalle Forze dell’Ordine.

Un provvedimento necessario dopo la fuga di due tunisini, ospitati nel centro di accoglienza di viale dei Pentri da qualche giorno. I due, violando la quarantena, hanno fatto perdere le loro tracce in tempi e con modalità diverse. Una donna ha chiesto di essere accompagnata in Pronto Soccorso per un malore. E mentre era nel reparto di Emergenza del ‘Veneziale’ si è allontanata riuscendo a far perdere, almeno per il momento, le sue tracce.

Sparito dal centro di accoglienza anche un giovane, che è riuscito ad allontanarsi dalla struttura senza essere notato. Le ricerche vanno dunque avanti.  Ma intanto dalla Prefettura precisano che l’atmosfera all’interno de ‘Il Geco’, dove erano accolti i due tunisini, è al momento tranquilla. E proprio in queste ore si sta festeggiando il compleanno di un bambino. I fuggiti dalla quarantena, sono ora ricercati anche ai confini con l’Abruzzo.