The news is by your side.

Migranti positivi: lanciato bando per trovare una nave destinata alla quarantena

Una procedura veloce per trovare nel giro di due-tre giorni un’altra nave da destinare alla quarantena dei migranti positivi al Civid.

Ad avviarla oggi è stato il soggetto attuatore per la materia, Michele Di Bari, capo Dipartimento delle Liberta’ civili e dell’immigrazione del ministero dell’Interno. Si attendono risposte nel giro di due-tre giorni.  “Se non ci emergeranno offerte dal mercato, il Viminale virerà sul ‘piano B’ e cercherà strutture a terra, come sedi militari, per assicurare l’isolamento dei contagiati che sbarcano”.

Della procedura è stato informato il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. L’obiettivo del Viminale è che arrivino rapidamente risposte dal mercato, vista l’impennata di sbarchi di luglio.
Ma il periodo non è dei più favorevoli: servono navi con precise caratteristiche, spazi e servizi igienici
adeguati. Non ce ne sono nella disponibilità dello Stato, per questo è statO attivato un bando veloce,
confidando che giungano manifestazioni d’interesse. Per l’unica ‘nave-quarantena’ attualmente in attività, la Moby Zazà, che si trova a Porto Empedocle, la concessione – in scadenza – è stata prorogata per altri 10 giorni in modo da concludere l’isolamento sanitario dei migranti ora ospitati. L’alternativa alle navi è quella di trovare strutture adatte a terra, che diano garanzie dal punto di vista della protezione dall’esterno e non facciano scattare ‘rivolte’ come ad Amantea (Cosenza). Il Viminale pensa quindi a sedi militari, come caserme, che saranno vigilate con un dispositivo rafforzato.