The news is by your side.

Minacce a Pettinari (M5S) durante l’assise regionale, Sospiri: si chieda scusa, non accada più

Il presidente del Consiglio regionale chiude l'episodio dell'ultima seduta

Pescara. “Mi capita spesso di parlare di impeto senza dare peso alle parole. Può capitare, ma non deve capitare. Dobbiamo moderare tutti il nostro linguaggio”. Così, in apertura della seduta odierna del Consiglio regionale d’Abruzzo, in corso a Pescara, il presidente del Consiglio, Lorenzo Sospiri, sulla vicenda di cui è stato protagonista nei giorni scorsi il vicepresidente Domenico Pettinari.

Come raccontato da AbruzzoLive, il consigliere regionale del M5s, nell’ultima seduta, è stato fatto oggetto di alcune minacce da parte di un consigliere, minacce ascoltate da un microfono rimasto acceso e ascoltate anche attraverso lo streaming del Consiglio regionale.

“C’è qualcuno tra noi che sa di aver pronunciato parole di minaccia verso il consigliere Pettinari”, ha sottolineato Sospiri, “queste cose si risolvono da galantuomini, stringendosi la mano e chiedendo scusa. Il mio compito è ovviamente garantire che quello che è accaduto non accada più”.