The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Moda: il Covid non stravolge gli obiettivi di Furla, che punta a un nuovo retail dall’autunno

La pandemia di Covid-19 ha colpito un po’ tutti i settori, anche quello della moda. I mesi di fermo sono stati duri da affrontare ma alcune aziende sono riuscite a reinventarsi proponendo nuovi progetti di sviluppo. Ne è un esempio lo storico marchio Furla che non ferma assolutamente la sua volontà di crescita. 

Dall’apertura di una nuova fabbrica a nuovi retail: le nuove prospettive di Furla


Nonostante la pandemia, ad Agosto, Furla inaugurerà una nuova fabbrica modello in Toscana. Progettata dallo studio Geza di Udine, è stata realizzata in modo da avere il minimo impatto possibile sull’ambiente; un progetto completamente sostenibile pensato proprio per offrire ed assicurare la massima sicurezza ai lavoratori dell’azienda. Ma le novità non si fermano qui: a settembre Furla presenterà il nuovo concept dei negozi, un altro interessantissimo progetto che sarà inizialmente applicato al negozio di corso Vittorio Emanuele, a Milano. Stiamo d’altronde parlando di un marchio che non ha mai avuto paura di scommettere sul futuro, riuscendo a ottenere negli ultimi anni un enorme successo: basti pensare che nel Marzo 2019 ha celebrato il raddoppio del fatturato in appena quattro anni, superando quindi i 500 milioni. Cifre da record per l’azienda che, come abbiamo visto, nonostante il Covid, e grazie ad alcuni investimenti intelligenti è riuscita comunque a non stravolgere i suoi piani di crescita per il 2020.

Borse che hanno fatto la storia


Tutto iniziò quando, nel 1927, Aldo Furlanetto aprì a Bologna la sua prima attività specializzata nella distribuzione di accessori di alta qualità pensati per le donne. Da quella data, Furla ha acquisito sempre più successo, proponendo ai propri clienti prodotti ed accessori unici, altamente innovativi e di tendenza.  Gli accessori più iconici di questo marchio ci raccontano in maniera esemplare la storia e il successo di questa azienda: le classiche borse Furla ad esempio sono diventate ricercatissime, un vero e proprio must have per le donne italiane e nel mondo.
Molte sono le influencer che scelgono di indossare una borsa Furla; sono l’accessorio perfetto per chi ama la moda e non vuole rinunciare alla qualità del made in Italy.

I modelli più iconici del brand

La tracollina Metropolis, la Diva, la Piper, la tonda Swing, sono solo alcuni dei modelli più apprezzati, realizzati dal brand bolognese.  Furla ha rivoluzionato il mondo della moda producendo modelli iconici che hanno fatto la storia del brand stesso e della moda più in generale. Le sue tracolline, come può essere ad esempio la Metropolis, sono diventate un vero e proprio simbolo, un accessorio glamour da sfoggiare in ogni occasione.


Un altro modello storico del marchio, è la Piper che rappresenta la borsa da lavoro perfetta: comoda da trasportare, capiente e funzionale, ha un design inconfondibile che fa della sua semplicità il suo punto di forza.
Non dimentichiamoci della Furla 1927, un modello dallo stile vintage e raffinato. Perfetta per completare outfit più eleganti; questa mini crossbody, si differenzia per l’iconica chiusura a girello con logo Furla in metallo sul davanti.

Furla è da sempre un marchio che ha saputo continuare a innovare senza mai scendere a compromessi con quelli che sono i valori di eccellenza del marchio, e anche in questo difficile 2020 è riuscito a darne dismostrazione.