The news is by your side.

Morto sotto il belvedere di San Vito Chietino, decesso naturale per il 45enne docente di spagnolo

Forse un infarto la causa della morte di Riccardo Iannucci, oggi esame autoptico

Chieti. È morto per cause naturali il docente di spagnolo Riccardo Iannucci, 45enne di Lanciano, ritrovato mercoledì mattina sotto il belvedere di San Vito Chietino. Lo ha stabilito l’esame autoptico effettuato oggi a Chieti dal medico legale Marco Piattelli. Con molta probabilità Iannucci ha avuto un infarto. Il quadro scientifico sarà completato con gli esami biologici e istologici che rientreranno fra circa 3 mesi. L’esame autoptico, disposto dal pm Serena Rossi, non ha rilevato alcun segno di violenza esterna da parte di terze persone. Confermato così il quadro iniziale emerso dalla prima ispezione cadaverica esterna.

Nel frattempo proseguono le indagine dei carabinieri della compagnia di Ortona, diretta dal maggiore Roberto Ragucci, per accertare se il docente fosse in compagnia di qualche amico, come sarebbe stato notato. Già acquisiti i filmati delle video sorveglianza di alcuni esercizi commerciali di corso Matteotti. Si continua in tal caso a scandagliare sulla vita del professore di lingue. Restano infatti dubbi sul come e perché sia finito sotto il belvedere. A scoprire il suo cadavere è stato un uomo impegnato nella sua passeggiata quotidiana che lo ha visto disteso con addosso solo gli slip e con affianco pantaloncini, asciugamano e ciabatte. Iannucci aveva infatti trascorso la giornata al mare. Era privo di documenti.