The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Mostra archeologica nel borgo medievale di Castel di Ieri, tra storia e territorio

Castel di Ieri. Si è inaugurata l’8 agosto alle 18 a Castel di Ieri(AQ) presso la Sala Santa Croce la mostra “Archeologia nel borgo” organizzata dalla Soprintendenza per i beni archeologici dell’Abruzzo in collaborazione con il Comune di Castel di Ieri e il Parco naturalistico regionale Velino Sirente. L’idea di realizzare una mostra nel borgo medievale di Castel di Ieri nasce dall’esigenza di riconnettere la storia di questo territorio con i luoghi del suo svolgimento. Il percorso si snoda attraverso alcuni corredi della necropoli protostorica rinvenuta in  località Le Castagne, negli anni Ottanta, per poi giungere a illustrare l’area sacra in località Madonna del Soccorso. Per la prima volta si è scelto di esporre a Castel di Ieri alcuni dei reperti più significativi, in grado di ripercorrere le vicende che hanno interessadownload (5)to l’importante complesso sacro: la statua di Giove, in parte ricomposta, è affiancata dai doni votivi che i fedeli offrirono e da alcune decorazioni architettoniche che ornavano la parte superiore del tempio. La collaborazione tra la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Abruzzo e il Comune di Castel di Ieri ha consentito di rendere fruibile l’area archeologica, mediante la stipula di una convenzione nel 2012; la realizzazione di un impianto di illuminazione, grazie all’intervento del Parco Regionale Sirente Velino, permette di visitare l’area anche in orari notturni e di avviare una serie di iniziative che possano restituire, sia alla comunità locale della Valle Subequana sia a coloro che qui giungono, un luogo da condividere e tutelare. A partire dal 1987 la Soprintendenza per i beni archeologici dell’Abruzzo ha condotto sistematiche campagne di scavo archeologico che hanno restituito i resti di un edificio sacro risalente alla fine del II secolo avanti Cristo, tra i più importanti e meglio conservati dell’Italia centrale. In una cella di questo tempio era conservata la statua di culto: dai frammenti recuperati, è stato possibile riconoscervi la figura di Giove Egioco, noto da altri manufatti che riproducono medesime fattezze del dio con l’egida. Ai piedi del basamento della statua di culto di Giove Egioco, nella cella centrale del tempio, è stata rinvenuta anche la statua in pietra di un felino, poggiante su una base ritrovata in posto.

Orari di visita:10,30-12,30;17,30-20,30;21-23  fino all’8 settembre

INFO: 0864.79168-366/9615633 www.comunecasteldiieri.aq.it

Visite guidate: Coop.Limes: 339/7431107– coop.limes@libero.it