The news is by your side.

Muore dopo due interventi, i familiari sporgono denuncia per accertare responsabilità mediche

Chieti. La procura della Repubblica di Chieti ha avviato indagini, delegate alla squadra mobile, e farà eseguire l’autopsia per accertare le cause della morte di una donna di 44 anni di Cepagatti, Marika Chiavaroli, il cui decesso è avvenuto in ospedale a Chieti nel reparto di Rianimazione.

La donna, con problemi di obesità, ai primi di luglio era stata sottoposta nel reparto di patologia chirurgica ad un intervento di riduzione della massa corporea al quale era seguito un controllo che non ha rivelato alcuna anomalia. In seguito però la donna ha accusato febbre, che non è andata via neppure dopo il trattamento antibiotico, ed è stata nuovamente operata per accertare l’eventuale presenza di infezioni.

Ma le sue condizioni, probabilmente a causa di un’infezione, nei giorni successivi si sono progressivamente aggravate, fino al decesso, avvenuto intorno alle 21.30 di ieri. Sono stati i genitori e i fratelli della 44enne, dopo aver chiesto l’intervento della polizia subito dopo il decesso, a recarsi in questura e presentare un esposto per accertare eventuali responsabilità mediche.

La mobile ha acquisito la documentazione clinica e sanitaria della donna: in questa fase, secondo quanto si è appreso, l’indagine è ancora a carico di ignoti.