The news is by your side.

Naiadi, Pomilio: garantire sport in sicurezza per tutti, serve rimodulazione post covid 19

Pescara. “Il nostro progetto, come ‘Pescara 1987’ era già stato approvato e validato dalla Regione Abruzzo, ma ovviamente l’emergenza sanitaria ha fatto sì che si debba provvedere ad una rimodulazione del progetto stesso, perché l’obiettivo che vogliamo perseguire è quello di garantire a tutti e specialmente ai più giovani il diritto di praticare sport in sicurezza, di dare stabilità lavorativa ai dipendenti e un futuro alla struttura che, come scritto anche nel project financing, necessita di lavori strutturali perché parliamo di un impianto tutt’altro che nuovo”. A parlare è Amedeo Pomilio, artefice del miracolo della pallanuoto Pescara degli anni d’oro con la vittoria dello scudetto, Coppa Campioni, oltre che vincitore di una medaglia d’oro e una di bronzo ai giochi olimpici di Barcellona 1992 e Atlanta 1996, e oggi vice allenatore della nazionale Italiana campione del mondo, rappresentante della società “Pescara 1987”, in merito alle ultime novità del project financing riguardante la gestione delle piscine ‘Le Naiadi’ di cui si parlerà anche giovedì 2 luglio in un incontro presieduto dall’assessore regionale allo Sport Guido Liris.

“Ovviamente”, spiega Pomilio all’Ansa dalla Sicilia, dove si trova con la nazionale per un collegiale, “i tempi per arrivare al bando di gara del project financing non possono che essere tempi tecnici legati alla rimodulazione da fare. La gestione attuale, è nelle more dello stesso project financing e ha come obiettivo quello di preparare il terreno per l’avvio di questa nuova fase che ci vede più che mai determinati a rilanciare e a far rivivere alle Naiadi i fasti dei tempi legati alla squadra del 1987 che vinse tutto”.