The news is by your side.

Nasce ad Avezzano l’Istituto Liberale Benedetto Croce, Simonelli: porteremo avanti e diffonderemo la cultura liberale

Avezzano. Nasce ad Avezzano l’Istituto Liberale “B. Croce”, costola dell’associazione Istituto Liberale, con sede nazionale a Torino. La sezione abruzzese, che ha scelto, a seguito di votazione, di essere intitolata a Benedetto Croce, si occuperà della diffusione del pensiero e della cultura liberale nella regione, sotto la direzione del dottor Nello Simonelli e di Gregorio Di Salvatore, senatore accademico uscente presso l’Università di Bologna.

“L’Istituto  Liberale – afferma Simonelli – è un’associazione che ha lo scopo di promuovere e diffondere il liberalismo in tutte le sue sfaccettature, avendone come fondamenti le libertà individuali ed il libero commercio, tramite contenuti a sfondo culturale, ludico e interattivo, favorendo lo studio dell’economia liberale, diffondendo i valori propri della tutela dell’individuo e incoraggiandone l’emancipazione. Nella scelta del nome abbiamo deciso di omaggiare Croce, grande pensatore dello scorso secolo e nostro conterraneo: è giusto esaltare le eccellenze della nostra terra”.

“L’Istituto Liberale non ha fini di lucro, non è vincolato a nessun politico nè partito – continua Di Salvatore – ed ha come scopo la creazione di un terreno fertile di cultura liberale nella società italiana, che consenta ad istituzioni e politica di coglierne i frutti”.

“Cos’è il Liberalismo? E’ sia una filosofia politica – chiosa Simonelli – sia un’idea della vita, che si fonda sugli inviolabili diritti alla libertà, alla vita, alla proprietà ed alla ricerca della propria realizzazione, tutelando ogni individuo dalle coercizioni arbitrarie di altri individui o gruppi di individui, all’interno di un sistema sociale regolato da leggi precise e chiare”.

A concludere, una precisazione di Di Salvatore: “Siamo già presenti in varie città della regione tramite gli altri fondatori della sezione, nell’aquilano, nel chietino, nel teramano e nel pescarese, oltre a chi è all’estero ma vuole ugualmente contribuire nell’interesse della sua terra. Ad avviare questo percorso, ad oggi, oltre noi ci sono Christian Aceto, Luca Cappella, Mattia Di Cesare, Alessandro Faonio, Mattia Gallese, Thomas Maiezza, Vincenzo Mariani e Guido Sparvieri. E molti altri, da tutto l’Abruzzo, sono in procinto di entrare per dare il loro contributo”.