The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Nasce il sito del presepe vivente di Rivisondoli, un dono anche per la piccola Iaia

Rivisondoli. “Il sito internet dedicato al presepe vivente di Rivisondoli, con la sua storia e con tutte le informazioni utili sull’evento e’ un nuovo passo avanti, un nuovo punto di partenza per promuovere il piu’ antico presepe vivente d’Italia”. Cosi’ ieri mattina il sindaco di Rivisondoli, Roberto Ciampaglia, ha presentato il sito www.presepeviventerivisondoli.it creato dal web designerunnamed Adelino Lyoi della Imagesound studio. “Viviamo questa esperienza sempre con grande emozione e in clima di lealta’ e serenita’ con gli organizzatori” ha sottolineato il sindaco. Il sito e’ gia’ on line, con corrispondente rinvio all’evento “Presepe vivente di Rivisondoli” sul social network Facebook. “Ho sempre lavorato con passione per ogni avvenimento della terra d’Abruzzo – ha spiegato il web designer Lyoi – ora e’ un grande onore per me lavorare per il presepe vivente di Rivisondoli, che rappresenta una pietra miliare tra le tradizioni piu’ rinomate della nostra regione”. Il sito e’ stato realizzato dal Comune di Rivisondoli, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila. L’orafo Franco Coccopalmeri, invece, ha ricordato l’importanza del gioiello la “novella”, inventato e lavorato appositamente per il presepe vivente. Il gioiello riproduce, in forma stilizzata, un cuore con un uomo ed una donna ed il grembo che porta un bambino. “Questa e’ l’immagine del presepe, con Maria e Giuseppe accanto al Bambino Gesu’ – ha precisato Coccopalmeri – ma e’ anche l’immagine di ogni coppia di sposi che mette al mondo un figlio, dando vita ad una famiglia”. Il gioiello, questa mattina e’ stato indossato dalla Madonnina del presepe vivente, Alessia Del Castello, quindicenne di Roccaraso, per la prova generale e la Madonnina lo indossera’ durante la rappresentazione della Nativita’. Il gioiello, oltre al valore in se’ come simbolo di questa edizione del presepe vivente avra’ un valore aggiunto, per una causa di beneficenza. Infatti verra’ messo all’asta subito dopo la rappresentazione ed il ricavato sara’ interamente devoluto a beneficio del sogno di Iaia, la bambina di sei anni, di Roccaraso, affetta da una malattia rara, che dovra’ essere curata negli Stati Uniti.