The news is by your side.

Natale e Capodanno blindati nel proprio comune, blocco spostamenti tra Regioni da 21 dicembre a 6 gennaio

Conferenza stampa alle 20.15 a Palazzo Chigi in cui il presidente del Consiglio illustrerà il nuovo Dpcm

Natale e Capodanno “blindati” dentro i confini comunali e, dal 21 dicembre al 6 gennaio, blocco degli spostamenti tra le Regioni e divieto di raggiungere le seconde case. Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è intervenuto in collegamento alla conferenza Stato-Regioni per illustrare le misure contenute nel nuovo dpcm. Il premier è intervenuto per le conclusioni, dopo i ministri Francesco Boccia e Roberto Speranza. Nel corso della riunione il premier Conte ha avanzato la proposta di stabilire un protocollo nazionale che sia da guida per la riapertura delle scuole superiori in presenza a partire dal 7 gennaio.
Prima dell’incontro il commento della Conferenza delle Regioni è stato caustico: “Stupore e rammarico” per il metodo con cui il governo ha approvato il decreto che fissa le regole per gli spostamenti a Natale. La Conferenza delle Regioni ha sottolineato che le “forti limitazioni” imposte a “spostamenti e relazioni sociali” dal 21 dicembre al 6 gennaio “rende di fatto pleonastico il pronunciamento su parti essenziali del Dpcm”. I governatori contestano in particolare il “mancato confronto istituzionale” e sottolineano che nei provvedimenti “non si fa riferimento alcuno” ai ristori promessi dal governo per le attività che saranno sospese.
Dopo l’incontro con le regioni e dopo avere sentito il Comitato tecnico scientifico il presidente del Consiglio terrà una conferenza stampa alle 20.15 a Palazzo Chigi, nel corso della quale illustrerà il nuovo Dpcm.