The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Navelli, riapre per la prima volta dopo il terremoto la chiesa della Madonna del Rosario

Navelli. Finiti i lavori di recupero dei danni inferti dal terremoto, riapre la chiesa della Madonna del Rosario a Navelli. La chiesa riaprirà domenica 6 ottobre in occasione delle festività dedicate proprio alla Madonna di Pompei. Per l’occasione, l’amministrazione comunale di Navelli, con la collaborazione del Comitato Feste e della parrocchia di San Sebastiano, ha organizzato un ricco programma di eventi.

“Un altro pezzo della nostra storia e dal grande valore religioso e culturale che a breve sarà riconsegnato alla popolazione” afferma il sindaco di Navelli, Paolo Federico. “La chiesa, grazie al prezioso supporto del ministero per i Beni culturali, è stata messa in sicurezza dopo i pesanti colpi inferti dal sisma 2016/17. Ora il luogo di culto, molto importante anche dal punto di vista storico, è stato reso più sicuro per il bene di tutti”.

Dalle 8.30 del 6 ottobre saranno suonate le campane a festa, accompagnate dallo sparo e dalla musica della banda per le vie del paese. Alle 9.30, omaggio al monumento ai caduti di tutte le guerre nel parco comunale; alle 11 la santa messa, animata dal coro parrocchiale, nella chiesa della Madonna del Rosario; alle 12 processione per le strade di Navelli con la partecipazione delle 4 confraternite del centro montano. Alle 17.30 concerto a cura della banda musicale dell’Aterno nella chiesa della Madonna del Rosario. La festa sarà preceduta da un triduo di preparazione che inizia oggi nella Chiesa di San Girolamo, dalla tradizionale benedizione degli animali e dei mezzi agricoli in programma per il 5 ottobre alle 18 in piazza san Pelino e da uno spettacolo teatrale alle ore 21 del 5 ottobre, presso la sala polifunzionale, dalla compagnia teatrale Sottotraccia, dal titolo “Nd’r deng”.

La riapertura della chiesa di Madonna del Rosario segue la riapertura di altre strutture importanti del comune di Navelli come la chiesa di San Sebastiano e quella delle Madonna delle Grazie di Civitaretenga.