The news is by your side.

Notte dei Faugni: fasci infuocati in processione, si rinnova all’alba l’antico rito in onore del dio Fauno

Atri. Fasci di canne infuocati portati in processione all’alba in onore del dio Fauno: una manifestazione ricca di fascino e storia che fa rivivere ogni anno ad Atri, nella notte tra il 7 e l’8 dicembre, l’antico rito dei Faugni, la credenza pagana legata alla fertilità della terra, poi legata all’Immacolata Concezione, capace di regalare emozioni, divertimento e allegria. Una sorta di Capodanno per la città ducale. Una notte dell’attesa che in passato si trascorreva nelle case, andando a letto per poi svegliarsi all’alba e prendere parte al rito della processione. Oggi l’attesa dell’alba e della processione si è spostata nei ristoranti e nelle taverne del centro, oltre che nelle piazze e per le vie. Una scelta che ha riportato vigore e accresciuto il fascino del rito. Quest’anno nell’attesa dell’alba 8 concerti come quello dei Modena City Ramblers. La manifestazione è organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Atri, dall’Associazione PromoEventi e dal Comitato Festa dell’Immacolata ed è stata realizzata grazie al contributo del Comune di Atri, della Fondazione Tercas e della Regione Abruzzo. La manifestazione si aperta alle 19 di ieri, 7 dicembre in piazza Duomo con l’accensione del fuoco sacro.